Agrobiodiversità e cultura rurale

Elenco Musei del gusto

Museo dell'arte olearia

L'olivicoltura nel bel mezzo della Food Valley emiliana potrebbe sembrare inappropriata vediamo perché non è così.

Museo del Parmigiano-Reggiano

La mostra permanente di Soragna, ospitata all’interno di un vecchio casello, ripercorre la storia e le tradizioni legate al Re dei formaggi.

Museo dell'Aceto balsamico tradizionale di Modena

A Spilamberto è stata raccolta la storia di uno dei prodotti più esclusivi della tradizione enogastronomica regionale, che si ottiene dopo ben 25 anni di invecchiamento.

Museo del Prosciutto di Parma

Come scoprire i segreti e la storia di questo salume conosciuto in tutto il mondo? A Langhirano c’è un posto speciale, dove il visitatore può deliziare anche il palato.

Museo del Salame di Felino

Andare a scoprire le curiosità di questo famoso salame è un viaggio interessante e gustoso. Da fare nell’antico maniero sovrastante il paese parmense, omonimo del suo prodotto simbolo.

Museo della tigella

All’interno del Parco Regionale dei Sassi di Rocca Malatina, tra macchie boscate, prati e vecchi castagneti si trova l’antico borgo Samone che ospita la mostra permanente della Tigella

Museo del pane Mulino sul Po

A Ro sorge una fedele riscostruzione di un mulino ad acqua come quelli di un tempo. Da qui si può partire alla scoperta del territorio e gustare la famosa “coppia”.

Museo del sale di Cervia

L'oro bianco è uno dei prodotti simbolo della cittadina romagnola. Dal gusto inconfondibile, oggi si può scoprire come viene raccolto visitando un magazzino e una grande salina.

Casa Artusi

Al Comune della cittadina romagnola che gli diede i natali, il famoso Pellegrino lasciò i propri beni. Uno splendido complesso fa rivivere i suoi insegnamenti sempre attuali.

Museo del castagno

Nelle sale di Palazzo Alidosi, a Castel del Rio sulle colline imolesi, sono raccolti i segreti della coltura e lavorazione di un frutto per molto tempo considerato il “pane dei poveri”.

Museo all'aperto dell'olio di Brisighella

L’olio extravergine che si produce nelle terre collinari di questo borgo medievale faentino è stato il primo ad ottenere la Dop. Oggi un percorso lungo le strade dell’areale, porta alla scoperta della pianta e del ciclo produttivo.

Museo del formaggio di fossa Fossa Pellegrini

A Sogliano al Rubicone, nell’entroterra romagnolo, un museo fa rivivere storia e tradizione di un prodotto dalla particolarissima lavorazione.

Museo dell'anguilla Manifattura dei marinati

A Comacchio una vecchia struttura per la lavorazione del pesce, l'anguilla in particolare, è oggi un museo. Dove si può vedere come viene eseguita la marinatura e gustare il sapore inconfondibile di questi prodotti.

Enoteca regionale Emilia-Romagna

All’interno della Rocca Sforzesca di Dozza Imolese, al confine fra Emilia e Romagna, è custodito un patrimonio rappresentato da oltre 800 etichette, provenienti da più di 200 produttori associati.

Istituto nazionale di apicoltura

A Bologna, nella sede dell’Istituto nazionale di apicoltura, c’è una ricca esposizione di arnie e attrezzi usati in passato per l’allevamento di questi preziosi insetti. Un interessante percorso didattico e sensoriale.

Museo della frutticoltura A. Bonvicini

Fino alla metà del secolo scorso Massa Lombarda è stata la patria di pesche, mele e pere. Oggi ospita un museo con i reperti e le testimonianze delle primissime coltivazioni arboree.

Museo del vino

In un’azienda di Montecchio Emilia un edificio ristrutturato ospita un percorso dedicato a questo vino, dove si può conoscere la sua storia, legata a quella di una famiglia che da oltre un secolo lo produce.

Giardino delle erbe

A Casola Valsenio, sulle colline faentine, c’è un luogo dedicato alle piante officinali. Un percorso originale che, tra laboratori e terrazze coltivate, permette di capire come vengono utilizzate nella medicina e nella cosmesi.

Museo della patata

Dalle fertili pianure, alle zone pedecollinari fino a quelle montane delle province di Bologna si estende il territorio che ha accolto la patata americana, il “frutto” del diavolo.

Museo del pomodoro

Il percorso espositivo dedicato all”oro rosso” è ospitato in un antico complesso monastico.

Museo del Borlengo

Presso l´Ospitale di San Giacomo di Zocca, un luogo dove imparare l'arte del borlengo.

Museo cantina dei Colli di Parma

Inaugurata a Sala Baganza e allestita con i fondi del Prs 2007-2013, la struttura fa parte di un network che raggruppa alcune delle istituzioni più rappresentative dei sapori e dei prodotti del territorio

Museo della salumeria

A Castelnuovo Rangone (Mo) la Villani, una delle più antiche industrie di salumeria d’Italia, ha dato vita ad uno spazio impreziosito da teche multimediali e installazioni artistiche

Museo del gelato

Origine ed evoluzione di uno dei prodotti cult della tradizione alimentare italiana ripercorsi nello spazio allestito dalla Carpigiani di Anzola Emilia (BO)

Museo della pasta

Un percorso che dal chicco di grano conduce alla scoperta di uno dei piatti più identitari della nostra regione

Azioni sul documento

< archiviato sotto: >
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it