CERtamenteCER

Il ruolo del Canale Emiliano-romagnolo nello sviluppo dell'economia e del territorio regionale.

La presentazione, presso il Museo del patrimonio industriale di Bologna, della mostra fotografica che ricorda Enrico Pasquali che ha documentato nel corso di molti la realizzazione del Canale Emiliano-Romagnolo (CER) è stata anche l'occasione per ricordare e presentare agli studenti intervenuti l'importanza di una realizzazione unica in Italia.

L'iniziativa si è svolta nell’ambito di EnERgie Diffuse. Emilia-Romagna un patrimonio di culture e umanità, voluta dalla Regione per celebrare l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018 e della Settimana di promozione della cultura in Emilia-Romagna (7-14 ottobre).

 Il Canale Emiliano Romagnolo assicura l’approvvigionamento idrico in un’area di oltre 3.000 Km2, caratterizzata dalla presenza di un’agricoltura idro esigente e da diffusi insediamenti civili ed industriali.

Derivando acqua dal Po, nel ferrarese, e trasportandola per 135 Km sino alla Provincia di Rimini, è stato fondamentale per lo sviluppo e la trasformazione dell’economia.

Dopo un prima parte dell'incontro dedicata ai temi e all'importanza del CER nell'economia, non solo agricola, regionale si passerà all'illustrazione dell'opera di Enrico Pasquali che dagli anni ‘50 ha documentato la costruzione del CER, attraverso indimenticabili fotografie di uomini al lavoro.

Materiali disponibili

Azioni sul documento
Pubblicato il 17/10/2018 — ultima modifica 31/10/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it