Più acqua per l'agricoltura

I materiali del convegno che si è tenuto a Bologna il 17 luglio 2019.
Il convegno è partito dal cambiamento climatico, che produce effetti sempre più evidenti. Occorre intervenire con azioni a lungo termine e, nell'immediato, occorre agire con un processo di razionalizzazione nella raccolta dell'acqua meteorica in eccesso nel periodo autunno invernale.

Per garantire adeguate risorse irrigue a un’agricoltura di qualità e dai grandi numeri come quella emiliano-romagnola, la Regione agisce su due fronti: da un lato promuove la massima efficienza nell’uso della risorsa idrica, attraverso progetti che puntano al risparmio e al riuso; dall’altro sostiene la realizzazione di adeguate infrastrutture per lo stoccaggio e la distribuzione dell’acqua.

Se ne è discusso nel convegno dedicato alla risorsa acqua che si è svolto nella sede regionale terza Torre il 17 luglio. Esperti del settore hanno presentato le iniziative in corso:

  • nel 2018 si è attivata una rete di 18 invasi di stoccaggio, per una capacità complessiva di circa 2,4 milioni di metri cubi, che sorgeranno prevalentemente a ridosso della fascia Appenninica, dove è più carente la disponibilità di acqua per l’irrigazione delle colture.
  • ammontano a 225 milioni di euro i fondi nazionali e regionali a disposizione per la realizzazione di 36 progetti, distribuiti su tutto il territorio regionale, relativi ad invasi e infrastrutture irrigue. Si tratta di impianti, tutti cantierabili, che daranno un incremento della capacità di invaso di 16,6 milioni di metri cubi e un miglioramento e potenziamento delle derivazioni e delle opere di distribuzione irrigua al servizio di 13.590 aziende, su un’area di quasi 178.000 ettari.

Gli interventi dei relatori

Il video integrale del convegno

Azioni sul documento
Pubblicato il 11/07/2019 — ultima modifica 26/07/2019
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it