mercoledì 17.01.2018
caricamento meteo
Sections

Gestione della fauna e caccia

Caccia alla fauna migratoria

I cacciatori che esercitano questo tipo di caccia in forma vagante, devono annotare i singoli capi appena abbattuti con una X indelebile ( no pennarello ), a partire dal primo spazio libero relativo ad ogni specie abbattuta.

Tutti i cacciatori, compresi coloro che esercitano l’attività in "AFV", quando esercitano questo tipo di caccia da appostamento fisso o temporaneo, ogniqualvolta cambiano o lasciano l'appostamento, devono annotare a partire dai primi spazi liberi relativi ad ogni specie abbattuta, una X per ognuno dei capi abbattuti.
Se si abbattono specie consentite in altre Regioni e quindi non presenti nella legenda MIGRATORIA (dove sono indicate le sigle delle specie cacciabili in Emilia-Romagna) il cacciatore deve trascrivere la sigla ASM.
In caso di deposito si deve aggiungere un cerchio intorno alla X che contrassegna l´abbattimento.

Si riportano alcuni esempi di compilazione del tesserino:

Un cacciatore abbatte in vagante dapprima 3 merli ed 1 allodola e poi 1 altro merlo e 2 allodole. Sul tesserino annota ogni singolo capo non appena abbattuto, a partire dal primo spazio libero relativo alle specie, una X per ogni capo abbattuto.

Un cacciatore abbatte 5 beccaccini e, appena abbattuti, sul tesserino annota, a partire dal primo spazio libero relativo alla specie, una X per ognuno dei capi abbattuti.

Un cacciatore, quando cambia o lascia l'appostamento temporaneo dell'ATC BO01, raccoglie 5 allodole ed 1 tordo, sul tesserino annota a partire dal primo spazio libero relativo alla specie, una X per ogni specie abbattuta.

Più tardi, lo stesso cacciatore, abbattuti 2 tordi sasselli in un altro appostamento temporaneo sempre dell'ATC BO01, al momento della raccolta registra con la stessa modalità gli ulteriori capi abbattuti (TS).

Azioni sul documento
Pubblicato il 20/02/2013 — ultima modifica 10/07/2014
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it