Progetto Interreg String: l'Action Plan dell'Emilia-Romagna

L'obiettivo è armonizzare i due principali fondi destinati all'agroalimentare, il Por Fesr e il Psr, nelle priorità dedicate all'innovazione.

Si è svolto alla fine di Maggio, nell’incantevole cornice della città di Brasov in Transilvania, l’evento finale del progetto interreg String per l’innovazione nel settore agroalimentare. Siamo stati ospiti della regione partner rumena che ci ha accolti con entusiasmo e ha fatto sì che le tre giornate fitte di impegni di lavoro risultassero di fatto molto gradevoli.

L’evento finale rappresenta l’epilogo della prima fase del progetto relativa allo scambio di esperienze e buone pratiche tra tutte le regioni partner ma allo stesso tempo è anche il punto di partenza per la seconda fase del progetto che durerà due anni e vedrà l’attuazione e il monitoraggio dei “piani d’azione” da parte di ciascuna regione partner. Si è trattato quindi di un momento di bilancio e riflessione sul percorso fatto insieme e l’occasione per condividere i propri piani d’azione in modo da ricevere feedback e suggerimenti utili per la corretta attuazione.

Il piano d’azione rappresenta un progetto concreto che si ispira alle buone pratiche delle altre Regioni, osservate sul campo durante la fase di scambio di esperienze, e vuole favorire l’innovazione nelle filiere agroalimentari. Il piano d’azione dell’Emilia Romagna ha come obbiettivo l’armonizzazione di due diversi fondi regionali: il Programma operativo regionale Fondo europeo di sviluppo regionale (Por Fesr) per quanto riguarda i progetti rivolti alla trasformazione agroalimentare e il Programma di sviluppo rurale 2014-2020 rivolto invece alla produzione agricola, in modo da coinvolgere l’intera filiera agroalimentare in un processo d’innovazione integrato.

Pertanto l’analisi dei progetti del settore agroalimentare presentati sull'Asse 1 priorità 1b del Por Fesr Ricerca e innovazione e già finanziati sarà la base per orientare le tipologie di progetti da finanziare con il bando del Programma di sviluppo rurale che coinvolge il tipo di operazione 16.2.01 Supporto per progetti pilota e per lo sviluppo di nuovi prodotti, pratiche, processi e tecnologie nel settore agricolo e agroindustriale e che sarà pubblicato a fine anno, in modo da coinvolgere i diversi stadi della filiera in un processo che sia veramente d’innovazione e crei le basi per la definizione di una strategia comune tra le due direzioni generali responsabili dei due diversi fondi.

Azioni sul documento
Pubblicato il 25/07/2019 — ultima modifica 25/07/2019
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it