Fattorie didattiche

Il Cotto

La fattoria si trova in località Salto nel Comune di Montese

La fattoria, che è anche agriturismo, si trova a 800 s.l.m. da cui si domina la vallata del Lago Bracciano dove esisteva un insediamento etrusco, probabilmente luogo di culto e di pellegrinaggio, per la presenza di una sorgente d’acqua salata considerata Sorgente di Vita.
La fattoria deve il suo nome ad un’altra sorgente detta “Il Cotto”, che offre un’acqua freschissima ed è raggiungibile da un sentiero immerso in una splendida vegetazione di acacie, castagni, ciliegi selvatici e sambuchi, situata all’interno del Parco del Montello dove si trovano ancora integre diverse trincee della seconda guerra mondiale essendo sul tracciato della Linea Gotica.

La zona è ricca di fauna selvatica: daini, caprioli, cinghiali, poiane, lepri e l’istrice che lascia il segno del suo passaggio con la perdita di alcuni aculei. L’azienda è specializzata nell’essicazione della castagna e nella produzione di farina e prodotti derivati come pane di castagne e dolci tipici. Alleva anche animali di bassa corte oche, galline modenese, conigli,capre, suini cinta senese,asini e cavalli.

Dove siamo

Il Cotto

Referente: Nada Zanardi
Via Mingolino, 600, loc. Salto
41055 - Montese (MO)

Tel .059 982316

cell 333 2001688

https://www.facebook.com/fattoria.ilcotto

Uscita A1 Modena Sud. Percorrere la via Fondovalle in direzione Sestola. Al ponte Docciola a sx per Montese. Salire fino a frazione Salto e voltare a sx in Via Castiglione seguendo via Mingolino.
Disponibilità parcheggio.

Percorsi e laboratori didattici

  • La Castagna: la sua importanza nella storia passata e nel futuro

La raccolta manuale e meccanizzata, l’essicatoio, la battitura a fine essiccazione e la trasformazione in pane, torte, biscotti, ecc… (tutto l’anno), degustazione caldarroste cotte sul fuoco a legna previa sbucciatura dei bambini.

  • La tigella e la sua storia

Realizzazione delle tigelle (strumenti per cuocere le crescente) con terra di castagneto e calcite così come si faceva anticamente, preparazione delle crescentine cotte sulle braci del camino e relativa degustazione in loco con salumi e formaggi tipici per non perdere le tradizioni ed i sapori di una volta.

  • Linea Gotica - un paese tra due fuochi: Montese, il più colpito nella 2° guerra mondiale

Vivere la storia tramite un’escursione a piedi per visitare le trincee tedesche della Lastra Bianca, dove il caposaldo tedesco del Montello non fu mai conquistato grazie a postazioni e ricoveri particolarmente efficaci e perfettamente mimetizzabili, ma abbandonato solo dopo il 18 Aprile 1945.
A scopo didattico si effettuerà una ricerca di reperti bellici con il metal detector.
Si potrà terminare il laboratorio degustando alcuni prodotti aziendali che permetteranno di capire come si mangiava nel nostro territorio nel periodo della Grande Guerra.

Periodo di attività: da aprile ad ottobre

Servizi

  • La fattoria effettua vendita diretta
  • Presenza di animali
  • Servizi igienici per disabili
Azioni sul documento
Pubblicato il 30/08/2016 — ultima modifica 03/10/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it