Fattorie didattiche

Casanuova

La fattoria si trova a Tizzano Val Parma nel Parco dei 100 Laghi (Parco Regionale delle Valli del Cedra e del Parma).

L’azienda agricola biologica Casanuova si trova sui monti di Parma, isolata, subito dopo l’abitato di Tizzano Val Parma, a 800 mslm. Il podere ha un’estensione di 50 ettari di prati e boschi ed è inserito nel Parco dei 100 Laghi (Parco Regionale delle Valli del Cedra e del Parma). L’antica casa a torre, il cui nucleo originale risale al 1700, è adagiato su verdi declivi, circondato dai boschi e gode di uno splendido panorama sulla Val Parma. La famiglia Saviola si è trasferita alla Casanuova negli anni ’60 ed il suo agriturismo ha ormai compiuto i 20 anni di età. L’azienda è strettamente a conduzione famigliare ed ad indirizzo silvo-colturale. Si coltivano frutti di bosco in un frutteto di oltre 4000 mq, si allevano api, chiocciole e animali di bassa corte, mentre nei prati si raccoglie il foraggio destinato all’alimentazione bovina e si coltivano patate rosse e viola. Miele, marmellate, frutta ed ortaggi di stagione, tisane, liquori, mostarda, olii essenziali, fieno e piantine di frutti di bosco fanno parte della produzione.

Dove siamo

Casanuova

Referente: Diadorim Saviola

Strada di Carobbio 11 - 43028 Tizzano Val Parma (PR)
Tel. 0521 868278
Per la didattica mob. 349 1613984
agriturismocasanuova@libero.it
www.agriturismocasanuova.com

Da Parma prendere l’uscita n° 15 della tangenziale in direzione Langhirano. Giunti a Tizzano Val Parma, uscire dal paese e prendere a destra per Casola. L’azienda Casanuova è ad un km e mezzo da quel bivio, sul lato sinistro.

Percorsi e laboratori didattici

  • La via per non vedenti

Un sentiero attrezzato lungo il quale si vivono fantastiche avventure in un bosco magico con i più piccoli e si osserva e studia la fauna e la flora del nostro ecosistema toccando, assaggiando, annusando, ascoltando per imparare a guardare con occhio attento anche con ragazzi e adulti.

  • Il frutteto

Tra i filari di lamponi, rovo, ribes e tanti altri piccoli frutti, si imparano le tecniche di coltivazione, la cura del frutteto, a distinguere le varietà, come raccogliere i frutti e come utilizzarli in svariate ricette. A monte del frutteto il laghetto aziendale viene utilizzato per irrigare senza sprechi d’acqua e per semplice caduta.

  • Che albero è?

Riconoscere gli alberi utilizzando i 5 sensi, scoprendone gli utilizzi e le proprietà, esplorando un ecosistema in cui la biodiversità è la più grande ricchezza. Addentrandoci un bosco ceduo nel quale da oltre quarant’anni si pratica la raccolta della legna nel rispetto della biodiversità e della conservazione, si scoprono oltre 60 specie arboree ed arbustive, imparando a classificarle individuando in ciascuna le peculiarità che permettono di contraddistinguerla dalle altre. Si raccolgono reperti, si disegnano particolari delle piante e dei fiori, delle cortecce e dei rami, creando un piccolo erbario e chiavi di identificazione seguendo diverse metodologie.

  • La vita delle api

Il mestiere dell’apicoltore; il laboratorio, la raccolta del miele e la smielatura, i fiori preferiti dalle api ed alla fine vestiti con le tute, tutti a vedere un’arnia da vicino, aprendola per cercare l’ape regina.

  • Le chiocciole

Affascinanti per i più piccoli, straordinarie nelle loro abitudini per chi le osserva, ricche di proprietà nutrizionali per chi le assaggia, fanno parte della tradizione culinaria della montagna dove venivano raccolte e consumate dai vecchi ed oggi sono diventate una prelibatezza.

  • Il mondo dei funghi

Accompagnati dal micologo, sempre presente in azienda, alla scoperta di quante specie commestibili e non siano presenti nei boschi, per avvicinarsi alla micologia con il giusto rigore scientifico che conduce alla conoscenza, al rispetto, alla prudenza ed alla passione.

  • La panificazione

Dalla raccolta delle fascine nel bosco per l’accensione dell’antico forno a legna, all’impasto, la lavorazione, la raccolta delle erbe per insaporire il pane, qualche gioco nell’attesa della lievitazione, poi l’infornata ed alla fine la giusta ricompensa per tanto lavoro: pane a e marmellata.

  • Musica

Alla scoperta del “paesaggio sonoro” del bosco per riconoscerne i rumori ed i suoni e per poi rievocarli costruendo strumenti e con canzoni e danze, quasi la colonna sonora di un racconto i cui musicisti e compositori sono i ragazzi stessi.

Servizi

  • La fattoria effettua vendita diretta
  • La fattoria può fornire il pranzo
  • Presenza di animali
  • Produzione biologica
  • Servizi igienici per disabili
Azioni sul documento
Pubblicato il 30/08/2016 — ultima modifica 31/08/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it