Avversità e difesa delle piante

Autorizzazione fitosanitaria per attività di produzione e commercializzazione di vegetali e prodotti vegetali

Per esercitare l'attività vivaistica, la produzione di sementi, il commercio e l'importazione di vegetali e prodotti vegetali regolamentati da normative fitosanitarie è necessaria l'autorizzazione regionale (art. 19 del D. Lgs. 19 agosto 2005, n. 214; L.R. 20 gennaio 2004, n. 3)

Requisiti per ottenere l'autorizzazione:

  • iscrizione alla Camera di Commercio

  • iscrizione all'anagrafe agricola
    L'iscrizione delle aziende all’anagrafe agricola è un requisito indispensabile per il rilascio dell’autorizzazione fitosanitaria. Ogni impresa pertanto deve rivolgersi a un CAA privato per la creazione del proprio fascicolo elettronico e darne successivamente comunicazione al Servizio fitosanitario per poter dar corso alla pratica autorizzativa.
    CAA attivi nella Regione Emilia-Romagna.

Modulo di richiesta e altra documentazione

Richiesta di autorizzazione fitosanitaria

Istruzioni per la compilazione della richiesta di autorizzazione

A seconda della tipologia di attività per la quale si richiede l'autorizzazione, la domanda dovrà essere corredata dalla modulistica specifica. I moduli si possono scaricare da queste pagine:

Per alcune categorie di vegetali e prodotti vegetali (allegato V del D. Lgs. 214/2005) è necessario presentare contestualmente alla richiesta di autorizzazione fitosanitaria anche richiesta di autorizzazione all'uso del Passaporto delle piante.

Le ditte autorizzate in caso di cessata attività o di smarrimento dell'autorizzazione regionale devono darne comunicazione entro 60 giorni al Servizio fitosanitario:

Dichiarazione di cessata attività

Denuncia di smarrimento autorizzazione regionale

Come inviare la richiesta

Le richieste di autorizzazione fitosanitaria e i relativi allegati, corredati da fotocopia del documento di identità del richiedente, ricevuta di pagamento della tariffa fitosanitaria e Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà per l'assolvimento dell'imposta di bollo, devono essere inviate tramite PEC all'indirizzo del Servizio fitosanitario omp1@postacert.regione.emilia-romagna.it ovvero inviate per raccomandata all'indirizzo del Servizio Sanitario Regionale, o alle sedi provinciali dello stesso o ai Consorzi fitosanitari di Piacenza, Parma, Reggio Emilia e Modena.

Le marche da bollo da 16 €, di cui alla citata Dichiarazione sostitutiva, dovranno essere annullate e applicate all'originale della richiesta presentata al Servizio fitosanitario nonché all'attestato di autorizzazione/passaporto che verrà spedito in cartaceo per raccomandata.
Tutta la documentazione dovrà conservata dal richiedente ed esibita all'ispettore al momento del primo controllo.

Normativa

Decreto 12 novembre 2009
Determinazione dei requisiti di professionalità e della dotazione minima delle attrezzature occorrenti per l'esercizio dell'attività di produzione, commercio e importazione di vegetali e prodotti vegetali

  • D.Lgs. 19 agosto 2005, n. 214
    Attuazione della direttiva 2002/89/CE concernente le misure di protezione contro l'introduzione e la diffusione nella Comunità di organismi nocivi ai vegetali o ai prodotti vegetali

Determinazione n. 2765 del 8 marzo 2005
L.R. 3/2004 - Adempimenti per i produttori di piante e materiale di propagazione per l'autoconsumo

Legge regionale 20 gennaio 2004, n. 3
Norme in materia di tutela fitosanitaria - Istituzione della tassa fitosanitaria regionale. Abrogazione della L.R. 19/1/1998, n. 3 e L.R. 21/8/2001, n. 31

Per informazioni

Matteo Lunni (referente amministrativo)

Fatima De Vincentis (referente tecnico)

.

Azioni sul documento
Pubblicato il 30/04/2013 — ultima modifica 07/06/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it