mercoledì 26.04.2017
caricamento meteo
Sections

Programma di sviluppo rurale

I volti di una terra unica: serie di video sulle buone prassi dei nostri agricoltori finanziate dal Psr 2007-2013. Diversi i settori interessati: filiere agroalimentari, interventi sul territorio rurale, animazione dei progetti Gal/Leader, insediamento dei giovani agricoltori, recupero dei territori montani. Utili esperienze anche in previsione dei bandi che usciranno nei prossimi mesi per il Psr 2014-2020. Disponibili anche i video realizzati per illustrare le caratteristiche del nuovo "Catalogo Verde".
Video manuale applicativo del catalogo verde

Video manuale applicativo del catalogo verde

In video la presentazione del 24 novembre 2015.

Il nuovo Catalogo verde

Il nuovo Catalogo verde

Come funziona il nuovo Catalogo verde. Il bando in corso destinato agli enti di formazione. Cosa cambia per gli agricoltori che vogliono fare formazione. Intervista a Marcello Cannellini, Regione Emilia-Romagna. Agreste, Puntata 5 del 30 dicembre 2015.

Il nuovo Programma di sviluppo rurale 2014-2020

Il nuovo Programma di sviluppo rurale 2014-2020

Una breve infografica animata sul nuovo Programma di sviluppo rurale 2014-2020.

DocuFiction Buone prassi

DocuFiction Buone prassi

Tra fiction e documentario, un video di 20 minuti sulla buone prassi del Programma di sviluppo rurale. Gli spunti e le interviste sono la sintesi di alcuni dei filmati dedicati alle singole buone pratiche, negli ultimi minuti è anche presente il video in "infografica" dedicato al nuovo Psr 2014-2020.

DocuFiction - English version

DocuFiction - English version

Competitiveness, constant innovation, production chain, environment, biodiversity, territorial and local development, participation: these are the Rural development programme key words, with many examples from the Emilia-Romagna region. The infographic at the end explains the new Rural development programme 2014-2020.

Idrovora di Marozzo: un Ecomuseo racconta la bonifica

Idrovora di Marozzo: un Ecomuseo racconta la bonifica

La valorizzazione dell’antico impianto idrovoro di Marozzo di Lagosanto lungo il ramo del Po di Volano, in un territorio di grande valore storico nel cuore dell’area di bonifica delle paludi, ha saputo creare nuove opportunità di visita e lavoro.

Terre di Montagna: una filiera per valorizzare il Parmigiano Reggiano di montagna

Terre di Montagna: una filiera per valorizzare il Parmigiano Reggiano di montagna

Il progetto di filiera riunisce 10 caseifici nella montagna tra Modena e Bologna e nasce per valorizzare il Parmigiano Reggiano di montagna in un momento di particolare crisi, caratterizzata dal forte calo dei prezzi e conseguente perdita di redditività delle imprese.

Comunalie Parmensi: la filiera legno-energia riscalda l'ospedale

Comunalie Parmensi: la filiera legno-energia riscalda l'ospedale

Collegare l'attività del Consorzio Comunalie Parmensi e delle imprese boschive presenti sul territorio con quelle dell'Ausl di Parma, ottenendo notevoli risparmi nelle spese di riscaldamento dell'ospedale di Borgotaro.

Bismantova: turismo sostenibile e cultura millenaria

Bismantova: turismo sostenibile e cultura millenaria

La volontà del Parco e delle Comunità locali di integrare il paesaggio agricolo di Bismantova, con ripristino e miglioramento della rete di accesso, viaria e pedonale, alla Pietra.

Valle del Marzeno: due invasi per irrigare anche in periodi di siccità

Valle del Marzeno: due invasi per irrigare anche in periodi di siccità

I progetti “fratelli” dei consorzi irrigui Rivalta e Santa Lucia, relativi all’ampliamento di due bacini idrici contigui, hanno aumentato la quantità di acqua disponibile per la frutticoltura durante i mesi estivi.

Gal Delta 2000: biodiversità come valore della diversità in natura

Gal Delta 2000: biodiversità come valore della diversità in natura

Promosso dai Comuni dell’area Leader per favorire la conoscenza del territorio e il senso di appartenenza delle giovani generazioni, il progetto ha valorizzato la biodiversità delle aree del Delta del Po ferrarese e ravennate.

Gal Frignano: sviluppo in rete dell'Appennino Reale

Gal Frignano: sviluppo in rete dell'Appennino Reale

Un approccio partecipativo per costruire un modello di turismo sostenibile nel territorio montano all’interno del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano. Dalla consapevolezza delle comunità locali nasce un modo diverso di fruire il territorio, verso un turismo escursionistico e naturalistico valido per la stagione estiva e invernale.

Foresta demaniale “Bidente di Corniolo”: valorizzazione ambientale e turistica

Foresta demaniale “Bidente di Corniolo”: valorizzazione ambientale e turistica

Il miglioramento dell’offerta turistica accomuna i diversi progetti realizzati nell'ambito del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. Interessata la sistemazione di boschi, di strade comunali, di spazi di sosta e ristoro oltre alla tutela della biodiversità.

Cecciola di Ramiseto: recupero e valorizzazione del borgo

Cecciola di Ramiseto: recupero e valorizzazione del borgo

Far crescere l’attrattività dei borghi montani impedendo il degrado di fabbricati e strutture. Restituirli alla fruizione collettiva, ad esempio trekking, vacanze, coniugando ricchezze ambientali e testimonianze storiche.

Co.n.api: valorizzazione e competitività della filiera del miele

Co.n.api: valorizzazione e competitività della filiera del miele

Conapi ha svolto un’intensa attività di promozione e valorizzazione del miele e un lavoro di ricerca, finalizzato all’introduzione di innovazioni di processo e di prodotto, di cui ha beneficiato più o meno direttamente l'intera filiera.

Ca’ Lumaco: allevamento brado di suini Mora Romagnola

Ca’ Lumaco: allevamento brado di suini Mora Romagnola

Un progetto di filiera portato avanti da singole aziende (agricoltori e allevatori) che hanno rafforzato e reso più stabili i propri rapporti all’interno della filiera suinicola. Oltre al miglioramento del benessere animale, il progetto si caratterizza per la valorizzazione del prodotto di alta qualità, attraverso la completa tracciabilità.

Bovinitaly: la filiera delle carni bovine di qualità

Bovinitaly: la filiera delle carni bovine di qualità

Aumentare la competitività della filiera delle carni bovine, valorizzando il prodotto per far crescere l’interesse e il consumo. Gli interventi hanno coinvolto 14 imprenditori agricoli e 3 imprese di trasformazione e/o commercializzazione.

Azienda agricola Sarx, trasformazione legata all'ingresso dei giovani

Azienda agricola Sarx, trasformazione legata all'ingresso dei giovani

Attraverso le linee di intervento promosse dal Programma di sviluppo rurale l'azienda è stata in grado di trasformare l’attività agricola, basata su un'unica produzione industriale (pomodoro), in un'attività diversificata e in grado di integrare le produzioni agricole con ricezione, trasformazione delle produzioni e vendita diretta.

Abetina reale, tutela ambientale nel Parco Tosco Emiliano

Abetina reale, tutela ambientale nel Parco Tosco Emiliano

Interventi di manutenzione della viabilità - per garantire l’accessibilità al bosco e l'attività di vigilanza e lotta attiva contro gli incendi boschivi - e di selvicoltura - per migliorare la struttura dei boschi. Opere di sistemazione idraulico-forestali coerenti con il territorio. L’approccio partecipativo di più soggetti pubblici e privati assicura maggiore solidità agli investimenti e sostenibilità delle opere realizzate nel lungo periodo.

Azienda agricola Bondioli, l'amore dei giovani per la propria montagna

Azienda agricola Bondioli, l'amore dei giovani per la propria montagna

Migliorare e ampliare l’attività dell’azienda agricola di famiglia garantendo un reddito ai tre giovani. Alla base della scelta imprenditoriale c’è la volontà di proseguire l’attività per il forte attaccamento al territorio e la prospettiva di uno stile di vita legato ai ritmi dell’attività agricola.

Azioni sul documento

Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it