Turismo dei cammini: mappe con tante informazioni per le 14 storiche vie

Monumenti, edifici storici, strutture ricettive e produttive nel raggio di 5 km dal percorso.

Entro febbraio 2018 ognuno dei 14 cammini per viandanti e pellegrini che attraversano la Regione, disporrà di una mappa interattiva, consultabile al sito dedicato, scaricabili anche su navigatore satellitare, fruibili in modalità “open data” dagli operatori turistici dei territori interessati e implementabili con nuove informazioni in grado di offrire al turista indicazioni relative a tutto quello che si trova attorno all’itinerario, nel raggio di 5 chilometri.

Oltre ad abbazie, pievi, musei, cattedrali, monasteri e monumenti in genere, anche aziende di prodotti tipici e tutte le strutture ricettive in grado di offrire ospitalità, dagli agriturismi ai Bed & Breakfast, passando per gli affittacamere e la ricettività religiosa.

Ogni mappa, in cui il cammino può essere visualizzato nelle sue singole tappe, presenta, oltre alle caratteristiche tecniche del percorso, icone diverse, cliccando sulle quali si ottengono le coordinate (località e indirizzo, telefono, mail) del monumento o della struttura ricettiva che interessa.

Un’ingente mole di informazioni, raccolta da Apt Servizi Emilia Romagna, ente di promozione turistica regionale, grazie al coinvolgimento diretto della Regione Emilia-Romagna, dei referenti dei singoli cammini e del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, che proprio recentemente ha realizzato il primo Atlante Ufficiale dei Cammini d’Italia, che mappa 41 delle più belle “vie verdi” italiane di cui 11 rientrano nel progetto regionale dell’Emilia-Romagna.

APT Servizi Emilia Romagna e l’Assessorato regionale al Turismo, in collaborazione con l’Assessorato all’Agricoltura dell’Emilia Romagna, hanno inoltre lanciato il progetto per la realizzazione della “Bisaccia del Viandante”, con cui si mira a valorizzare e promuovere le produzioni tipiche dei territori toccati dai Cammini.

I numeri dei Cammini nel 2017

Tra gennaio e settembre 2017 i cammini dell’Emilia Romagna hanno registrato una media di 5.800 transiti mensili, con 19.000 pernottamenti complessivi (permanenza media di 2-4 notti a persona). I siti web dei singoli cammini e la sezione cammini del sito di APT Servizi , hanno registrato complessivamente oltre 2 milioni di visualizzazioni uniche, mentre si sono registrati 150.000 contatti sui gruppi Facebook.

In particolare, la sezione “Cammini” del blog istituzionale Travelemiliaromagna ha registrato, nei 14 post dedicati a ciascun cammino, 6.781 visualizzazioni complessive, con un tempo medio di permanenza sulla pagina di 3 minuti e mezzo.

Alla scoperta dei 14 Cammini e Vie dei Pellegrini

Sono 14 i Cammini, percorsi e Vie dei Pellegrini  che attraversano l’Emilia-Romagna, collegandola a tutta Europa e a Roma per oltre 2.000 chilometri di itinerari.

Tre di questi storici tracciati sono europei e antichissimi: la via Francigena (che nel medioevo univa Canterbury a Roma e ai porti della Puglia), la Romea Germanica (che collegava Stade, nella Bassa Sassonia, a Roma) e la Via Romea Strata (dal nord e dall’est Europa a Roma). I cammini che attraversano la Regione toccano più di un centinaio di comuni emiliano romagnoli e collegano altri importanti luoghi di fede, da Padova ad Assisi, per terminare a Roma ed eventualmente a Brindisi e infine in terra Santa.

I percorsi consentono di vivere un’esperienza unica, immergendosi completamente nella natura e nella realtà del territorio, arricchendo il proprio bagaglio culturale, andando alla scoperta di borghi e paesi di grande bellezza che stanno diventando punto di riferimento dei tour organizzati dagli operatori del progetto regionale Turismo Esperenziale dei Cammini.

Tra le iniziative da quest’anno ci sono oltre 30 pacchetti, presenti sul sito di APT  Servizi che riguardano diversi tra i 14 Cammini e Vie dei Pellegrini, proponendo escursioni giornaliere a piedi o in bici, con soggiorni da 1 a 7 notti con o senza guida, tra natura incontaminata, luoghi di culto e borghi storici, antiche pievi, centri termali e aziende di produzione enogastronomica.

Azioni sul documento
Pubblicato il 13/12/2017 — ultima modifica 13/12/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it