mercoledì 13.12.2017
caricamento meteo
Sections

Tramonto DiVino 2017: presentate le tappe da luglio a fine anno

Conferenza stampa di presentazione a Bologna. Caselli "serate sempre più belle e di successo".

La cultura del cibo e del vino della nostra regione protagonista in 6 tappe estive e una invernale con inizio il 19 luglio a Bologna. Oltre mille etichette in degustazione pervenienti da 300 cantine, raccontate dai sommelier di Ais. I principali prodotti Dop e Igp dell’Emilia Romagna nella “via del gusto”. 

Da Bologna a Piacenza passando per Ferrara; da Milano Marittima a Rimini con approdo a Cesenatico, sosta e ripresa invernale a Cervia. In tutto sei località che si trasformano in capitali del cibo e del vino di qualità dell’Emilia Romagna, in un racconto fatto di centinaia di etichette regionali e prodotti d’eccellenza Dop e Igp.

Tutto questo è Tramonto DiVino, la carovana del gusto della Regione Emilia-Romagna che da undici anni anima l’estate tra le città d’arte e le principali località balneari della Riviera. Protagoniste le etichette e cantine della regione presentate nell'edizione aggiornata della guida “Emilia Romagna da Bere e da Mangiare”, abbinate alle più blasonate produzioni certificate.

Banchi d’assaggio per le etichette regionali

Sempre sapientemente gestiti da decine di sommelier Ais, mediatori culturali dell’enogastronomia, sono le postazioni in grado di raccontare la cultura enologica e l’identità di  un territorio principe per biodiversità e varietà di eccellenze.

Nel suo  format consolidato, Tramonto DiVino propone al calar del sole (ore 19,30) una suggestiva via del vino allestita con maestria che offre in degustazione etichette regionali, spaziando da Sangiovese, Albana, Trebbiano e Pagadebit di Romagna, ai Lambruschi emiliani freschi e frizzanti, ai vini ferraresi delle sabbie come il Fortana, al Pignoletto dei Colli bolognesi, alle Malvasie parmensi, fino ai piacentini Gutturnio e Ortrugo. Tutti rigidamente classificati e selezionati dall’ultima edizione di "Emilia Romagna da Bere e da Mangiare" (PrimaPagina editore), guida regionale redatta insieme alle Associazioni Italiana Sommelier Emilia e Romagna.

i prodotti Dop e Igp della via del gusto

A duettare con i vini i prodotti Dop e Igp dell'Emilia-Romagna (record mondiale con 44 specialità) e le eccellenze delle Strade dei Vini e dei Sapori regionali, in degustazione ci saranno: Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma e di Modena, i tre Salumi Piacentini (Coppa, Salame e Pancetta), Mortadella e Patata di Bologna, Piadina Romagnola, Squacquerone di Romagna, Aceti Balsamici Tradizionali di Modena e Reggio-Emilia, Aceto Balsamico di Modena, Olio extravergine d’oliva di Brisighella, Pesche e Nettarine di Romagna, Pere dell’Emilia-Romagna e Aglio di Voghiera. Questi prodotti saranno preparati, cucinati e serviti con l’aiuto di un food truck, gestito dagli chef e dagli allievi dell’Istituto alberghiero “Pellegrino Artusi” di Forlimpopoli.

L'intervento di Simona Caselli

Nel presentare l'edizione 2017 di Tramonto DiVino a Bologna nella prestigiosa sede  di Green Lounge nel "salotto buono" bolognese di Galleria Cavour, l'assessore regionale all'agricoltura Simona Caselli ha ricordato come, dopo la spinta di EXPO 2015 ci sia maggiore attenzione di un turismo che non tocca solo la costa ma anche le città della Via Emilia; le serate di Tramonto DiVino hanno saputo presentare i prodotti di qualità certificata e ai vini della Regione sempre con un consumo attento, informato e consapevole “Mai visto un ubriaco a Tramonto DiVino ” grazie all’attenzione e alle capacità di dialogo e ai suggerimenti dei sommelier di AIS.

Per un prodotto come il vino che aumenta in qualità e riconoscimenti nei concorsi internazionali e nazionali e che ancora trova invece, limiti e ostacoli nel consumo di molti ristoranti e alberghi dell’Emilia-Romagna, le tappe di Tramonto DiVino e l'APP "Via Emilia Wine&Food" contribuiscono a far conoscere il mondo dell’agricoltura e tutto quanto c’è attorno: qualità, innovazione, territorio, enogastronomia, pacchetti turistici e cultura rurale. Anche quella di oggi - ha concluso Caselli  - è un'altra utile occasione per far conoscere quell'agricoltura presentata tra le griffe internazionali della moda nel centro di Bologna,  ma anche di moda con sempre più giovani, preparati e innovatori, che cercano e trovano una strada di successi.

Per maggiori informazioni scarica il comunicato stampa  preparato per l'incontro di oggi e consulta il sito dedicato  alla manifestazione (in allestimento).

Azioni sul documento
Pubblicato il 04/07/2017 — ultima modifica 05/07/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it