mercoledì 13.12.2017
caricamento meteo
Sections

Al Concorso Mondiale di Bruxelles moltiplicate le medaglie all’Emilia-Romagna

Dai 3 riconoscimenti del 2016 ai 14 attuali, testimonianza di grande qualità dei vini regionali.

Con una “Gran Medaglia d’Oro”, sei medaglie d’oro e sette d’argento l’Emilia-Romagna del vino ha concluso la partecipazione alla 24esima edizione del Concours Mondial de Bruxelles  rassegna itinerante che da quasi un quarto di secolo premia i vini di tutto il mondo.
Numeri in forte crescita, se paragonati a quelli delle precedenti edizioni (nel 2016 solo tre medaglie), che fanno della vitivinicoltura regionale una tra le migliori di Italia e del mondo, regalando all’Emilia-Romagna, un nuovo motivo di vanto oltre ai primati sulle produzioni certificate Dop e Igp .
Un ottimo risultato che va attribuito sia al percorso di qualificazione delle aziende produttrici emiliano-romagnole sia alla maggiore attenzione verso iniziative concorsuali di particolare prestigio come questa, stimolate anche dalla collaborazione con “Emilia Romagna da Bere e da Mangiare”, la guida ai vini regionali da oltre 10 anni realizzata da Agenzia PrimaPagina insieme ad Ais Emilia e Romagna, con il patrocinio dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione e dell’Enoteca Regionale di Dozza.
La partecipazione delle cantine emiliano-romagnole al concorso 2017 svolto quest’anno a Valladolid in Spagna dove sono stati degustati oltre 9.000 campioni provenienti da tutto il mondo, ho permesso risultati al di là di ogni aspettativa.

Le medaglie ai produttori emiliano romagnoli

I 320 membri della giuria internazionale  hanno inserito al gradino più alto del podio, quello dedicato alla Gran Medaglia d’Oro, il Lambrusco Amabile 2016 della Cantina di Santa Croce di Modena che si è aggiudicata anche altri due ori: con il Lambrusco Salamino di Santa Croce 2016 e il Lambrusco Tradizionale 2016. 
Le medaglie d’oro sono state assegnate anche a: Sensazioni d’Inverno 2013 della Società Agricola La Conchiglia di Piacenza, Lambrusco Terre Verdiane 1813 della parmense Cantine Ceci, Albana di Romagna Sinitria 2014 prodotto da Morini Group di Imola e Sangiovese rosato Filarino della cantina Poderi dal Nespoli di Forlì.
Con le medaglie d’argento il riconoscimento è andato ad altre sette etichette regionali: Bursòn Augusto 2010 della faentina Poderi Morini, Albana passito Bissoni  di Cantina Bissoni di Forlì, Lambrusco il Signor Campanone 2016 delle Cantine Lombardini di Reggio Emilia, Sangiovese Le Armi 2011 della Tenuta Palazzona di Maggio, Lambrusco Marcello Oro 2016 dell’azienda Ariola di Parma, Montarquato Malvasia Fermo 2016 delle Cantine Casabella di Piacenza e il Reggiano DOC Rubino del Cerro 2015 di Venturini Baldini.

Il Concours Mondial de Bruxelles

Concours è ormai un’istituzione nel settore del vino con un numero crescente di aziende che ogni anno decidono di aderire. In vetta sia per numero di adesioni sia per medaglie vinte i Paesi della Vecchia Europa, con Spagna, Francia, Portogallo e Italia a farla da padroni, tallonati ormai da vicino dai produttori emergenti del Nuovo Mondo.
La medaglia al Concours  è un riconoscimento prestigioso che apre le porte ai mercati esteri certificando la qualità del vino e l’aderenza ai gusti internazionali.

Dopo Valladolid, la 25° edizione del concorso sarà ospitata dalla Cina a Pechino nel maggio 2018. Partecipare per le aziende del territorio regionale può essere motivo per conoscere e farsi conoscere, in uno dei mercati emergenti più importanti, ma anche avere l’occasione di sottoporre le proprie produzioni al confronto con esperti, sommelier, buyer e giornalisti di tutto il mondo.

Azioni sul documento
Pubblicato il 16/05/2017 — ultima modifica 24/05/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it