mercoledì 20.09.2017
caricamento meteo
Sections

Riapre l’avviso pubblico per fauna selvatica ferita o in difficoltà a Parma e Piacenza

C’è tempo fino al 15 maggio per presentare le candidature. A disposizione circa 68mila euro.

Nell’ultima seduta, la giunta regionale ha approvato una delibera che riapre fino al prossimo 15 maggio i termini per la presentazione da parte di Cras (Centri di raccolta animali selvatici) e associazioni di volontariato delle manifestazioni di interesse per il recupero e trasporto della fauna in difficoltà nelle province di Parma e Piacenza, le uniche dell’Emilia-Romagna da cui non erano pervenute candidature allo scadere del primo avviso pubblico.

Il bando ha stanziato 300.000 euro per il rimborso dei costi sostenuti e prevede la stipula da parte della Regione Emilia-Romagna di un’unica convenzione per ciascuna provincia con tutti i soggetti disponibili. Finora da Parma sono arrivate manifestazioni di interesse di due Cras, che però svolgono solamente attività di pronto soccorso dei selvatici feriti, mentre nessun soggetto si è fatto avanti per il servizio di recupero e trasporto. Invece da Piacenza, oltre alla candidatura di un Cras per il primo soccorso, è pervenuta la manifestazione di interesse da parte di un’associazione che tuttavia si occupa soltanto di raccolta e trasporto dell’avifauna, con esclusione quindi di ungulati (cinghiali, cervi, ecc.) e di altre specie.

Per garantire la copertura del servizio sull’intero territorio regionale, la giunta ha così deciso di riaprire i termini per la presentazione delle candidature esclusivamente nelle due province di Parma e Piacenza, con gli stessi criteri applicati negli altri territori, e soltanto per la raccolta e il trasporto dei selvatici feriti. Sono fatte salve le candidature già pervenute ed istruite.

Le risorse a disposizione per il rimborso delle spese di trasporto e prime cure ammontano a circa 38mila euro per la provincia di Parma e poco più di 30mila per Piacenza.

Le domande possono essere presentate direttamente al Servizio attività faunistico-venatorie - Direzione generale agricoltura, caccia e pesca, viale della Fiera 8, 40127 Bologna, oppure tramite posta certificata all’indirizzo territoriorurale@postacert.regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 08/05/2017 — ultima modifica 08/05/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it