Piante officinali: approvato il Testo unico di coltivazione, raccolta e prima trasformazione

Adeguamento alla normativa europea per la crescita e sviluppo del settore.

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il Decreto Legislativo del 21 maggio 2018 n. 75 relativo al “Testo unico in materia di coltivazione, raccolta e prima trasformazione delle piante officinali” che, ai sensi dell'articolo 5 della legge delega, costituisce il nuovo testo unico in materia, che sarà in vigore dal prossimo 8 luglio.

Il decreto fa proprie le conclusioni del “Tavolo di filiera delle piante officinali”, istituito nel 2013 e in considerazione della normativa europea adegua la disciplina vigente indicando un nuovo assetto per il settore, in grado di favorirne la crescita e lo sviluppo e permettendo una maggiore valorizzazione delle produzioni nazionali.

Al contempo vengono garantiti, al consumatore finale, elementi per una maggiore trasparenza e conoscenza in materia.

In particolare, il decreto fornisce una nuova definizione di “piante officinali“ e prevede l’istituzione di appositi registri varietali delle specie di “piante officinali” nei quali sono elencate le specie ammesse alla commercializzazione e sono stabilite le modalità e le condizioni per la certificazione delle sementi.

Il Testo unico chiarisce anche, in maniera inequivoca, che coltivazione, raccolta e prima trasformazione delle piante officinali, sono considerate a tutti gli effetti attività agricole.

Infine, viene disciplinata la raccolta spontanea delle piante officinali, in modo da evitare l’impoverimento delle aree a queste destinate e per favorire una maggiore conoscenza: delle zone di crescita, delle piante stesse e più in generale dell'ambiente in cui queste si sviluppano.

Completano poi il Testo unico le indicazioni relative alla realizzazione di un “Piano di settore della filiera delle erbe officinali”, con la funzione di: migliorare la produzione e prima trasformazione delle piante officinali, sviluppare una filiera integrata e definire forme di aggregazione professionale e interprofessionale, in grado di aumentare il reddito dell'impresa agricola e coordinare la ricerca nel settore.

Azioni sul documento
Pubblicato il 28/06/2018 — ultima modifica 28/06/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it