Approvato il calendario ittico 2018/2019 e istituite 12 Aree a Pesca regolamentata

Due Delibere a supporto dell’attività di pesca sportiva in acque dolci. Apertura della pesca alle ore 6 del 25 marzo.

In applicazione del “Programma ittico regionale” è stata approvate la disposizione relativa ai calendari ittici 2018/2019. Si tratta di un documento di particolare valenza strategica in quanto è la prima esperienza di armonizzazione, a livello di Regione Emilia-Romagna, della regolamentazione puntuale dell’esercizio della pesca.

Dopo quasi quarant’anni di gestione basata sulle competenze alle Province, che hanno elaborato approcci e pratiche gestionali calibrati per ciascuna realtà territoriale, il Programma ittico 2018/19 fornisce una prima immagine rappresentativa della reale situazione dei bacini idrografici del territorio regionale, con l’individuazione di caratteristiche e particolarità ittiche e ambientali che hanno condizionato i diversi interventi gestionali.

Dal lavoro svolto nei Tavoli di consultazione locale e attivi su ciascun territorio provinciale, nonché dal parere espresso dalla Commissione Ittica Regionale nella seduta del 7 febbraio scorso, è emersa la necessità che la gestione della pesca nelle acque interne della Regione Emilia-Romagna, avvenga con costante e profonda attenzione all’ambiente fluviale ed alla relativa fauna.

Il Programma ittico 2018/19 costituirà quindi lo strumento guida e la base di lavoro per tutti gli attori coinvolti che, in sinergia e nel rispetto delle proprie competenze, opereranno per gli obiettivi da conseguire.

Ai Servizi Territoriali Agricoltura, caccia e pesca  - per una più efficace diffusione e conoscenza delle disposizioni contenute nel presente Programma ittico – il compito di predisporre un “calendario pesca territoriale” per i singoli ambiti di competenza, da divulgare nel modo più ampio.

La seconda deliberazione  approvata sempre il 19 marzo scorso, prevede l’istituzione di Aree di pesca regolamentata e in particolare di quattro nuove  Aree di pesca (relative ai comuni di: Fanano, Pievepelago, Fiumalbo e Monchio delle Corti), riconfermando le otto già esistenti e attualmente in scadenza,  relative ai comuni di: Bedonia, Bagno di Romagna, Santa Sofia, Premilcuore, Portico e San Benedetto, Ferriere e Ottone. 

Azioni sul documento
Pubblicato il 23/03/2018 — ultima modifica 29/03/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it