mercoledì 24.07.2019
caricamento meteo
Sections

Concluso il progetto Stop allo spreco

Più di 500 studenti e 30 insegnanti di 18 classi di 10 scuole superiori dell’Emilia-Romagna, hanno partecipato a 36 laboratori didattici.

Sono stati coinvolti più di 500 studenti e 30 insegnanti. In tutto 18 classi di 10 scuole superiori dell’Emilia-Romagna hanno partecipato ai 36 laboratori realizzati da marzo a maggio  2019 da una biologa nutrizionista, con la partecipazione di alcuni operatori di Fattoria didattica.

Agli studenti e agli insegnanti coinvolti sono state distribuite 600 cartoline con il decalogo delle buone pratiche per non sprecare il cibo. È stata inoltre realizzata una campagna informativa sui profili FB e Instagram dedicati.

Sono i numeri di “Stop allo spreco”, progetto pilota di educazione agro-alimentare che ha coinvolto scuole, fattorie didattiche e cittadini. Un progetto voluto dall’Assessorato Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Emilia-Romagna, finanziato con i fondi della Legge Regionale n.29/2002, patrocinato dall’Ufficio Scolastico Regionale e gestito da Alimos Soc. Coop di Cesena.

Come fare la spesa, cosa acquistare, come sistemare nel frigorifero i cibi?  Come evitare che gli alimenti siano da buttare perché li abbiamo fatti scadere dimenticandoli in frigo o in uno scaffale?

Da queste domande semplici, ma utili per modificare il proprio stile di vita e di alimentazione, ha preso avvio il progetto, con l’intento di far maturare nei ragazzi l’importanza della scelta alimentare e di consapevolizzarli sul VALORE del CIBO che è seme, terra, acqua, sole, fatica e competenza, nutrimento, gusto, cultura.

La parola ai ragazzi

“E’ un progetto molto utile, mi ha fatto riflettere su quanto cibo effettivamente sprechiamo ogni giorno senza neanche rendercene conto. Di sicuro è nato in me il desiderio di stare più attenta in casa e cercare di recuperare il più possibile” racconta una studentessa del liceo Monti di Cesena, a cui fa eco una sua compagna di classe: “E’ un progetto interessante e costruttivo, svolto in modo molto coinvolgente e anche divertente. Mi ha mostrato quante cose vengono sprecate senza che noi ce ne accorgiamo! Prendo questo progetto come un aiuto a migliorare giorno per giorno, stando attenta e cercando di evitare questi continui sprechi.”

All’Istituto Tecnico Belluzzi Da Vinci di Rimini l'attività proposta sullo spreco alimentare è stata molto apprezzata dagli studenti e dai docenti. Ha fornito approfondimenti e ha generato riflessioni su tematiche quotidiane di notevole importanza e ha dato modo agli studenti di liberare la fantasia nelle preparazioni degli stuzzichini  con frutta e verdura fresca. Il momento conviviale è stato di grande socializzazione.

All’Istituto agrario Persolino di Faenza sono stati coinvolti i ragazzi della 3C. L’insegnante così testimonia l’impatto del progetto: “Ritengo che gli argomenti trattati siano all'ordine del giorno e di grande importanza, e sicuramente non sono scontati. I ragazzi hanno sicuramente apprezzato gli argomenti che avete presentato e si sono divertiti a preparare dei piatti creativi con gli alimenti che gli avete messo a disposizione. Grazie mille per la collaborazione condivisa”.

Queste le parole di uno studente del Liceo Ariosto di Ferrara: “Salve prof, è andata molto bene, ci siamo divertiti tantissimo sia noi che i genitori. La parte dello spreco è stata per me tra le migliori e i genitori hanno creato dei piatti molto interessanti”.

Qualche critica?

“E’ un progetto che ha aiutato noi alunni a renderci conto di quanto cibo venga sprecato e di quanto sia importante fare educazione e prevenzione in ambito alimentare; consigliamo di realizzarlo ancora, magari con un maggior numero di ore” consiglia uno studente del liceo Monti di Cesena.

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 18/06/2019 — ultima modifica 18/06/2019
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it