Tramonto DiVino: dalla via Emilia a Francoforte

Gran finale per il tour che da 15 anni promuove la cultura del Wine&Food emiliano-romagnolo

Finale col botto per Tramonto DiVino la carovana regionale del gusto che, da luglio a novembre, ha portato la cultura del vino e del cibo su e giù per la via Emilia, dalle piazze della riviera, alle città e ai borghi d’arte emiliano-romagnoli.

Da Rimini a Piacenza, passando per Milano Marittima, Cesenatico, Forlimpopoli, Imola e in Emilia, dalla piazza del Municipio di Ferrara alla rocca di Fontanellato, allo stadio di Scortichino di Bondeno, fino al Fico Eataly Word di Bologna, il parco del cibo più grande al mondo.

A completare il tour, due sortite oltre confine in Germania, primo bacino turistico per l’Emilia-Romagna e primo mercato mondiale per il Wine&Food del Belpaese.

I numeri di Tramonto DiVino 2019

Oltre 5.000 i winelovers convolti, 10 le tappe, 250 i sommelier alla mescita e al racconto dei vini regionali, 300 le cantine rappresentate, 4.500 le bottiglie di vino degustate, 15 i prodotti emiliano-romagnoli certificati Dop o Igp in assaggio, decine gli chef e 150 gli allievi delle scuole alberghiere regionali pronti a cimentarsi nella preparazione e nel servizio dei cibi.

Senza dimenticare i 23.000 like e 500.000 utenti raggiunti dal profilo facebook e Instagram degli eventi e, infine, gli oltre 10.000 download di “Via Emilia Wine & Food”, l’app collegata al tour.  

Il Gran Finale

Spettacolo nello spettacolo Tramonto DiVino, il 19 novembre scorso, ha calato il sipario dell’edizione 2019 a Francoforte sul Meno durante i festeggiamenti della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo. Una vetrina mondiale in Germania che da sola vale circa il 30% dell’export vino dell’intera regione. Dopo il debutto, lo scorso 9 maggio, Tramonto DiVino è tornato al ristorante “In Cantina” di Enoteca Regionale Emilia Romagna che  da 10 anni è il testimonial della valorizzazione di vini e cibi regionali, nel cuore della city finanziaria tedesca.

Quindici anni di successi

Nato nel 2005 in Romagna, da un’idea di PrimaPagina editore insieme all’Associazione Italiana Sommelier, Tramonto DiVino è diventato rapidamente il tour ufficiale del gusto dell’Emilia-Romagna, con il sostegno dell’Assessorato regionale all’Agricoltura, di Enoteca Regionale, Apt e Unioncamere Emilia-Romagna.

A corredo del tour sono state realizzate: la guida ai vini e ai cibi regionali “Emilia-Romagna da bere e da mangiare” a cura di Ais Emilia e Romagna e “Via Emilia Wine&Food”, l’app gratuita edita in due lingue (italiano e inglese) che contiene informazioni dedicate a oltre 1.000 etichette di vini emiliano-romagnole,  44 prodotti Certificati Dop e Igp, centinaia di ricette e relativi abbinamenti, oltre agli eventi regionali del vino e le offerte vacanze a tema enogastronomico.

Negli anni Tramonto DiVino ha realizzato circa 150 tappe con oltre 80.000 partecipanti per diffondere sul territorio, agli addetti ai lavori e ai winelovers internazionali e locali che frequentano l’Emilia-Romagna, la cultura del vino e del cibo regionale. 

Con attenzione al riciclo e ai rifiuti, poiché già dal 2010 a Tramonto DiVino vengono utilizzati solo calici in vetro riutilizzabili, piatti e posate riciclabili e dal 2007 anche compostabili.

Grazie in particolare ai sommelier di Ais, ha contribuito a sposare la tradizione culinaria di frontiera dell’Emilia-Romagna - prezioso mix fra la cucina mediterranea dell’olio e del pesce con quella ‘longobarda’ del burro e dei salumi - con i vini del territorio: dall’Albana al Sangiovese in Romagna, dal Pignoletto al  Lambrusco alle Malvasie in Emilia, fino a Ortrugo e Gutturnio delle terre Piacentine.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/11/22 13:42:00 GMT+1 ultima modifica 2019-11-26T09:20:55+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?