Pesca e acquacoltura

Acquacoltura

L'acquacoltura è l'allevamento di pesci, crostacei, molluschi e altri organismi acquatici

Cosa fa la Regione

L'acquacoltura è l'allevamento di pesci, crostacei, molluschi e altri organismi acquatici, come ad esempio alghe e rane. L'allevamento viene realizzato sia in impianti a terra di acqua dolce o salmastra, sia in impianti in mare. Le principali tipologie di acquacoltura sono le seguenti:

  • itticoltura o piscicoltura;
  • crostaceicoltura;
  • molluschicoltura, a sua volta divisa in venericoltura (vongole) e mitilicoltura (cozze e ostriche).

Per l'Emilia-Romagna riveste particolare importanza la vallicoltura, ovvero l'allevamento di pesci, crostacei e molluschi nelle valli naturali del Delta del Po.

La Regione Emilia-Romagna promuove l'acquacoltura allo scopo di ridurre il prelievo di prodotti selvatici, necessariamente limitati, e quale attività economica integrativa dei redditi di agricoltori e pescatori.

Per quanto riguarda gli impianti in acque marine, la Regione gestisce direttamente il rilascio di concessioni demaniali marittime.

Per quanto riguarda gli impianti in acque interne:

  • se insistenti su aree demaniali, l'ArpaER gestisce il rilascio della concessione
  • se insistenti su aree private, necessitano di un'autorizzazione nei piani edilizi comunali.

L'attività è comunque soggetta all'iscrizione all'Anagrafe nazionale delle aziende di acquacoltura gestito dal Ministero della Salute.

Agli acquacoltori sono destinati i finanziamenti del Fondo europeo affari marittimi e pesca (Feamp) erogati dalla Regione su bandi specifici.

A chi rivolgersi

Piergiorgio Vasi tel. 051 5276353

Responsabile Posizione organizzativa Gestione delle politiche della pesca e dell'acquacoltura

Norme e atti

Pubblicazioni

Link utili

Azioni sul documento
Pubblicato il 27/11/2012 — ultima modifica 09/01/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it