mercoledì 19.06.2019
caricamento meteo
Sections

Produzioni agroalimentari

Rete di monitoraggio della falda ipodermica

oltre 100 stazioni di rilievo, distribuite nella pianura, mantengono costantemente aggiornate le informazioni utili alla conduzione delle colture, alle pratiche irrigue e alla migliore gestione delle risorse idriche

Cosa fa la Regione

Ha promosso e finanziato, con il contributo delle Province, la realizzazione di una rete di rilevamento in grado di fornire informazioni aggiornate sulla profondità della falda superficiale.

La falda ipodermica è lo strato di terreno saturo d'acqua che può influenzare le radici delle piante sia direttamente che per risalita capillare.

 

La consultazione
Il servizio di monitoraggio è consultabile attraverso una mappa interattiva che mostra la localizzazione, su base provinciale o comunale, di ciascuna stazione di rilevamento, identificata da un codice. Selezionando uno dei punti della mappa si accede ai dati di profondità registrati a partire dal momento dell'attivazione della stazione.

 

Le informazioni
La Rete è attualmente costituita da 130 stazioni di rilevamento diffuse in tutte le province della regione. Ciascuna stazione è attrezzata con batterie di piezometri, fino ad una profondità max di 300 cm, in cui viene rilevata la presenza della falda con cadenza variabile a seconda della stagione. Il dato di profondità della falda può essere utilizzato per la calibrazione del consiglio irriguo, utilizzando l'apposito servizio web.

 

Precauzioni d'uso
La localizzazione delle stazioni è frutto di uno studio delle caratteristiche territoriali (natura dei suoli, ricorrenza di fenomeni di ristagno, importanza delle colture irrigue, attività dei Consorzi di Bonifica, ecc.). La numerosità delle stazioni e l'incertezza relativa alla distribuzione geografica della falda ipodermica limitano la rappresentatività delle informazioni ad aree limitrofe ai punti di rilevamento. Eventuali estrapolazioni richiedono la valutazione approfondita dei fattori ambientali, colturali e di gestione comprensoriale delle risorse idriche.

A chi rivolgersi

Azioni sul documento
Pubblicato il 19/08/2013 — ultima modifica 21/11/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it