Produzioni agroalimentari

Vini Dop e Igp

I vini a Denominazione di origine protetta (Dop) e a Indicazione geografica protetta (Igp) sono vini con un legame a un'area geografica delimitata.

Cosa fa la Regione

La Regione partecipa al procedimento di riconoscimento di una nuova produzione vinicola Dop o Igp e di modifica del disciplinare di produzione di un vino già riconosciuto. Tale procedimento  prevedo tre passaggi:

  • l’approvazione da parte della Regione sul cui territorio è prodotto il vino in questione;
  • l’approvazione da parte del Comitato nazionale vini Dop e Igp;
  • l’approvazione da partedella Commissione europea che iscrive la nuova Dop o Igp nel registro comunitario o registra le modifiche al fascicolo unico.

Relativamente alle disposizioni previste nei disciplinari di produzione in vigore, la Regione può, su proposta dei Consorzi di tutela e sentite le organizzazioni professionali di categoria:

  • in annate climaticamente favorevoli aumentare sino ad un massimo del 20% le rese massime di uva e di vino stabilite dal disciplinare; l’esubero può essere destinato a riserva vendemmiale;
  • in annate climaticamente sfavorevoli, ridurre le rese massime di uva e di vino consentite sino al limite reale dell'annata;
  • ridurre la resa massima di vino classificabile come Dop ed eventualmente la resa massima di uva e/o di vino per ettaro per conseguire l'equilibrio di mercato, e stabilire la destinazione del prodotto oggetto di riduzione.

 

Denominazione di origine protetta (Dop) è il nome geografico di una zona viticola particolarmente vocata, che indica un prodotto di qualità e rinomato, le cui caratteristiche sono, essenzialmente o esclusivamente, connesseall'ambiente naturale ed ai fattori umani. Costituiscono altresì una denominazione di origine taluni termini usati tradizionalmente.

Indicazione geografica protetta (Igp) è il nome geografico di una zona che indica il vino  che ne deriva e che possiede qualità, notorietà e caratteristiche specifiche.

In Italia i vini Dop si classificano in:

  • vini a Denominazioni di origine controllata e garantita (Docg);
  • vini a Denominazioni di origine controllata (Doc).

I termini Docg e Doc sono "menzioni specifiche tradizionali" riconosciute dall'Unione europea.

Le Igp comprendono le Indicazioni geografiche tipiche (Igt), "menzione specifica tradizionale" riconosciuta dall'Unione europea.

 

A chi rivolgersi

Servizio organizzazioni di mercato e sinergie di filiera

Massimo Barbieri tel. 051 5274507
Agnese Marchi tel. 051 5278114
Agriviti

Per approfondire

Progetti in corso

Iniziative particolari

Link utili

Azioni sul documento
Pubblicato il 01/03/2013 — ultima modifica 15/10/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it