Programma di sviluppo rurale 2014-2020

Sostegno per le attività non agricole, la novità del psr

Al via il bando e la raccolta domande di sostegno. Domande dal 21 agosto al 17 novembre 2017.

Con l'obiettivo di aumentare l'occupazione delle aree rurali con problemi di sviluppo (zone D) favorendo il mantenimento di un tessuto sociale potenzialmente soggette ad abbandono sono  disponibili circa 1,7 milioni di euro.

Il bando si riferisce al tipo di operazione 6.2.01 "Aiuto all’avviamento di imprese extra-agricole in zone rurali" che si colloca nell'ambito della focus area P6A "Aiuto all'avviamento di impresa extra agricole in zone rurali".

Saranno sostenuti interventi proposti da persone fisiche (singole) finalizzati a favorire l'avviamento di nuove attività imprenditoriali in ambito extra-agricolo. Il progetto dovrà essere corredato da un un programma di sviluppo aziendale da svilupparsi su un arco temporale di durata pari a 24 mesi.

Il sostegno sarà di 15 mila euro per ciascun progetto ammesso e ogni persona fisica ne potrà presentare non più di uno.

Le spese ammissibili saranno di tipo materiali ed immateriali e si riconoscerà un punteggio prioritario ai giovani che non abbiano superato il 35° anno di età e alle donne.

Le domande di sostegno saranno raccolte dal 21 agosto e non oltre il 17 novembre 2017.

Per dettagli sulla compilazione della domanda e specifiche dell’iniziativa si rimanda alla lettura della scheda sintetica del bando.

Azioni sul documento
Pubblicato il 10/08/2017 — ultima modifica 10/08/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it