Programma di sviluppo rurale 2014-2020

Check up del PSR e prima indagine customer satisfaction

Avanti tutta per il Programma di sviluppo rurale 2014-2020

I numeri dei primi due anni e mezzo di operatività:

  • risorse messe a bando oltre 880 milioni, il 75% dell’intero budget a disposizione nell’arco dei sette anni di programmazione;
  • 614 ml di contributi concessi;
  • 183.6 ml di pagamenti effettuati;
  • 151 bandi emanati, di cui 30 ancora aperti, 76 chiusi e 45 con istruttoria in corso;
  • un miliardo e 683 milioni di investimenti potenziali per le imprese del settore;
  • 65 mila domande di contributo pervenute, di cui il 12% presentate dagli under 40, il 26% da donne e il 20% riferite ad aziende convertite al biologico.

Per maggiori dettagli sui risultati dello "stato di salute del Psr" esposti nel seminario dello scorso 14 dicembre, è possibile consultare la presentazione "Avanzamento del Psr".

Nel corso dello stesso seminario sono stati diffusi i soddisfacenti risultati dell'indagine condotta dalla Direzione generale dell’assessorato all’Agricoltura per sondare il grado di soddisfazione e rafforzare la comunicazione e il dialogo tra l’amministrazione regionale e i beneficiari.

In collaborazione con la Rete Rurale nazionale, infatti, è stata condotta la prima indagine di "customer satisfaction" per i PSR in Italia.

Tre imprenditori agricoli su quattro che hanno compilato il questionario on line, destinato ad un campione di agricoltori, si sono espressi in maniera molto positiva.

Tra i principali risultati:

  • il 90% degli interpellati ritiene di essere sufficientemente aggiornato sulle opportunità offerte dal Psr; le fonti privilegiate di informazione sono le associazioni di categoria e i Centri assistenza agricola (75% degli intervistati), seguiti da web e social (20%), due canali in costante crescita;
  • l’80% degli interpellati si dichiara soddisfatto delle risposte ricevute a fronte della richiesta di chiarimenti su vari aspetti.

La ricerca, strutturata sia con domande “chiuse”, sia dando la possibilità agli interpellati di scrivere un commento, ha tra l’altro consentito di raccogliere oltre 1.500 segnalazioni di idee e suggerimenti utili per superare eventuali criticità. Tra gli aspetti da migliorare, una maggiore attenzione è richiesta per la semplificazione delle procedure burocratiche, il rispetto dei tempi, oltre a sollecitare un’informazione più capillare per alcuni specifici settori. La Direzione generale agricoltura darà il via ad un piano di azione per risolvere le criticità emerse.

Per maggiori informazioni sui risultati dell'indagine leggiRisultati Customer satisfaction

Azioni sul documento
Pubblicato il 10/01/2018 — ultima modifica 15/01/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it