Programma di sviluppo rurale 2014-2020

Nuovo bando per le zone montane

Oltre 12,6 milioni di euro per le aziende agricole e zootecniche che operano in contesti ambientali difficili.

Approvato il bando, relativo al tipo di operazione 13.1 “Pagamenti compensativi per le zone montane” che prevede indennità compensative a favore delle aziende agricole e zootecniche che operano in aree di montagna, a rischio di abbandono, dove l’agricoltura svolge un fondamentale servizio anche di prevenzione del dissesto idrogeologico e di tutela della biodiversità, a favore dell'intera collettività.

Il bando, approvato con delibera di Giunta regionale n. 209 del 16 marzo 2020 (pdf, 621.93 KB) mette a disposizione degli agricoltori delle zone montane, oltre 12,6 milioni di euro e prevede, l’erogazione di un premio base di 125 euro per ettaro di superficie agricola per anno.

E’ previsto un meccanismo di riduzione progressiva delle indennità (cosiddetta modulazione) in funzione dell’estensione della superficie agricola dichiarata. Sopra i 50 ettari il premio non viene più corrisposto. 

Le domande di sostegno/pagamento, possono essere presentate entro il 15 maggio 2020.

Dall’inizio del periodo di programmazione, questo rappresenta il sesto bando per le indennità compensative per complessive risorse, per l’intero periodo di programmazione PSR, che sfiorano i 90 milioni di euro.

A differenza delle annualità precedenti nel 2020 l’approvazione del bando per le “zone montane” (tipo di operazione 13.1.01) non è concomitante con l’attivazione di analogo bando per le altre zone svantaggiate diverse dalle zone montane (tipo di operazione 13.2.01) a motivo del fatto che per quest’ultimo tipo di operazione si è in attesa dell’approvazione delle nuove delimitazioni territoriali disposte dalla normativa comunitaria.

Per maggiori informazioni consultare il bando

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/03/24 12:39:48 GMT+2 ultima modifica 2020-03-24T12:39:48+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?