Programma di sviluppo rurale 2007-2013

La storia del PSR dell'Emilia-Romagna 2007-2013

Le modifiche del PSR
 

 

 

Versione

PSR

 

Data versione

 

Approvazione CE

 

Proposte modifica approvate dal

CdS

1

23/07/2007  

Dec. C(2007)708 12/09/2007

2  

24/04/2008

 

Richiesta osservazioni 1/08/2008

 

7/03/2008

 

15/09/2008

 

AGRI D/24578 13/10/2008

3 22/12/2008  

ARES (2009)68758 15/04/2009

14/11/2008
4 15/07/2009  

Richiesta osservazioni 3/11/2009

19/06/2009
20/11/2009  

Dec. C(2009) 10344 del 17/12/2009

5 4/06/2010  

Ref. Ares(2010)922586 - 09/12/2010;

Dec. C(2010)9357 del 17/12/ 2010

 

21/05/2010

28/07/2010 proc scrit

29/09/2010 proc scrit

15/10/2010
6 22/07/2011  

Ref. Ares(2011)816091 - 27/07/2011

 

11/04/2011 proc scrit

7 19/06/2012  

CM/II(2012) 1046658 - 20/07/2012

26/03/2012 proc scrit

8 11/10/2012  

Decisione C(2012) 9650 – 13/12/2012

14/09/2012 proc scrit

9 23/07/2013  

Ref. Ares(2013)3202451 - 08/10/2013

10/06/2013 e proc scrit 12/07/2013

10 9/06/2014  

Ref. Ares(2014)4301888 – 19/12/2014

20/06/2014

 

11

28/08/2015

Ref. Ares(2015)5181438 – 18/11/2015

7/08/2015 proc scrit

 

Versione 6

  • la rimodulazione delle risorse finanziarie fra alcune misure del PSR, senza variare la distribuzione delle risorse fra gli assi di intervento;

  • un adeguamento della demarcazione fra le misure del PSR e gli interventi previsti dall'OCM vitivinicola, in coerenza con le recenti disposizioni nazionali e comunitarie in materia;

 

Versioni 7 e 8

  • nel 2012 il Programma è stato modificato e la variazione di maggior rilievo, tra quelle proposte, è nata per dare una risposta puntuale alle aziende agricole colpite dalle abbondanti nevicate dei mesi invernali ed ancor più dal sisma del 20 e 29 maggio, con la proposta di introdurre ex novo la Misura 126 “Ripristino del potenziale produttivo agricolo danneggiato da calamità naturali e introduzione di adeguate misure di prevenzione". La dotazione finanziaria dopo gli eventi sismici è stata incrementata grazie alla solidarietà concreta delle altre Regioni italiane, che hanno devoluto il 4% della propria dotazione Feasr (quasi 43,7 milioni di euro) e della corrispondente quota nazionale del PSR Emilia-Romagna.

Si è intervenuti inoltre per:

  • garantire la massima efficacia delle risorse a disposizione nel perseguimento dei fabbisogni, ridistribuendo le risorse finanziarie tra le misure per il periodo di programmazione residuo e potenziando la dotazione complessiva degli aiuti di stato;

  • adeguare la demarcazione fra le Misure del PSR e gli interventi previsti dall’OCM vitivinicola e quelli a favore degli ex bieticoltori, in seguito al cambiamento delle recenti disposizioni nazionali e comunitarie;

  • adeguare alcune disposizioni attuative delle Misure dovute a cambiamenti delle norme nazionali e comunitarie.

La Commissione europea il 20 luglio 2012 ha approvato la versione nr. 7 del Programma di Sviluppo rurale e il 13 dicembre 2012 con Decisione C(2012) 9650 la versione 8.

Versione 9

2013

Le modifiche hanno riguardato la revisione del piano finanziario per asse e per misura e altre di natura gestionale per migliorare l’applicazione del programma.

In particolare, sono state apportate

  • integrazioni specifiche a supporto dell’avvio della seconda fase di interventi a favore delle imprese agricole nei territori colpiti dal sisma del maggio 2012;

  • modifiche a conclusione della fase di accoglimento delle domande per alcune misure dell’asse 1 e delle procedure istruttorie del bando di filiera per il settore lattiero-caseario. Le risorse non più utilizzabili saranno riallocate sulle misure dell’asse che presentano ancora bandi aperti o graduatorie ancora utilizzabili;

  • adeguamenti alla scheda della misura 121, per migliorare i criteri di selezione dei bandi eventualmente attivati a livello regionale su tematiche specifiche

  • adeguamenti alla scheda della misura 214 a seguito delle nuove disposizioni introdotte con il Reg. (CE) 335/2013.

 

La Commissione europea l’8 ottobre 2013 ha approvato la versione nr. 9 del Programma di Sviluppo rurale.

 

Versione 10

2014

Le modifiche hanno riguardato la revisione del piano finanziario per asse e per misura e altre di aggiornamento sull’applicazione del programma per nuove disposizioni.

In particolare, sono state apportate

  • la rimodulazione delle risorse finanziarie tra gli Assi 1, 3 e 4, con la diminuzione dell’Asse 3 di 1.747.779 Euro in quota FEASR e il conseguente incremento delle quote FEASR dell’Asse 4 per 1.071.222 Euro e dell’Asse 1 per 676.557 Euro;

  • la riallocazione delle risorse finanziarie tra le Misure degli Assi 1, 3 e 4 per garantire il pieno utilizzo dei fondi;

  • la conversione di un requisito di ammissibilità in impegno con riferimento alle Misure 211 “Indennità a favore degli agricoltori delle zone montane” e 212 “Indennità a favore degli agricoltori delle zone caratterizzate da svantaggi naturali, diverse dalle zone montane”, al fine di accogliere le osservazioni dei Servizi della Commissione formulati dopo i controlli sulle Misure a superficie;

  • l’adeguamento della Misura 214 “Pagamenti agroambientali” e dell’Allegato 3 “Metodologia di calcolo dei sostegni delle Misure dell’Asse 2” al Decreto 22 gennaio 2014 di adozione del Piano nazionale per l'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari (PAN);

  • l’aggiornamento della designazione dell’Organismo di certificazione;

  • la ridefinizione dei criteri di demarcazione con il primo pilastro della PAC;

 

La Commissione europea con comunicazione Ref. Ares(2014)4301888 del 19 dicembre 2014 ha approvato la versione nr. 10 del Programma di Sviluppo rurale.

 

Versione 11

2015

Adeguamento di alcuni aspetti finanziari e di alcuni indicatori, in particolare:

  • Modifiche finanziarie fra gli Assi di intervento e fra le Misure di ciascun Asse per il massimo utilizzo delle risorse disponibili: sono stati riallocati euro 21.086.430 in quota FEASR, per uno sviluppo in spesa pubblica di euro 42.884.071, da economie degli assi 1, 3 e 4 a copertura dei maggiori oneri derivanti dagli impegni già assunti nell’ambito dell’asse 2.  
  • Modifiche al quadro di sintesi degli indicatori di prodotto e di risultato per aggiornamenti e correzioni di errori materiali.
Azioni sul documento
Pubblicato il 03/06/2013 — ultima modifica 21/03/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it