Calamità naturale

La Regione chiede al Ministero il riconoscimento della calamità naturale. Dopo l'approvazione del Ministero, la Regione eroga i contributi a chi ne fa richiesta.

Cosa fa la Regione

La Regione chiede al Ministero il riconoscimento della calamità naturale. Dopo l'approvazione del Ministero, la Regione eroga i contributi a chi ne fa richiesta.

Come chiedere i contributi per la ripresa dell'attività produttiva dopo una calamità

Il Fondo di solidarietà nazionale (regolamentato dal D. Lgs. 102/2004 e s.m.i.) prevede aiuti contributivi e/o creditizi per la ripresa dell'attività produttiva delle aziende agricole danneggiate da avversità atmosferiche o calamità naturali. Questi aiuti si chiamano comunemente aiuti compensativi.

Le domande devono essere compilate utilizzando i sistemi informatici messi a disposizione dalla Direzione Generale Agricoltura, Caccia e Pesca. Non saranno ritenute accogliibili le domande presentate in forma cartacea o comunque presentate in modalità diversa da quanto di seguito indicato.

Le domande debitamente sottoscritte devono essere presentate esclusivamente:

-         attraverso i soggetti autorizzati all'utilizzo del software predisposto dalla Regione e che hanno ricevuto delega di mandato da parte dell’azienda agricola stessa,

-         direttamente dall’azienda agricola attraverso il software gratuito predisposto dalla Regione

Le domande di aiuto dopo essere state rese definitive “stampa definitiva” dovranno essere protocollate direttamente dal soggetto autorizzato che ha ricevuto delega di mandato oppure dalla singola azienda richiedente in caso di caricamento della domanda avvalendosi di autenticazione forte (certificato digitale su “Smart-card”).

 

Integrazione salariale e sgravi fiscali

La Regione, su proposta dei servizi territoriali, delimita il territorio colpito da calamità naturali. Le imprese agricole possono fare richiesta di integrazione salariale in favore dei lavoratori agricoli occupati nelle aree colpite da calamità naturali (art. 1 comma 1079 della Legge 296/2006).

Per le stesse delimitazioni le imprese agricole possono chiedere anche sgravi fiscali (art. 27 e art. 31 del decreto del presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 597).

A chi rivolgersi

Giuseppe Todeschini tel. 051 527.4444

Gianni Piancastelli tel. 051 527.4265

Per approfondire

  • Gestione pratiche calamità naturali - autorizzati Software per i soggetti autorizzati dalla Regione e che hanno ricevuto il mandato dalle imprese agricole.
  • Software per presentare domanda - aziende agricole Da questa pagina le aziende agricole prossono presentare domanda per le calamità naturali direttamente online.
  • Aiuti compensativi In questa pagina trovi: la normativa aggiornata; i bandi aperti per chiedere aiuti compensativi; le delimitazioni decise dalla Regione utili per chiedere l'integrazione salariale per i lavoratori dipendenti e gli sgravi fiscali per l'impresa; i bandi chiusi.

Norme e atti

  • Decreto Ministeriale del 29 dicembre 2014 Applicazione alle disposizioni previste dal decreto legislativo n. 102/04 nel testo modificato dal decreto legislativo n. 82/08 della nuova normativa sugli Aiuti di Stato al settore agricolo e forestale
  • Decreto legislativo 8 aprile 2008 n. 82 Modifiche al decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 102, recante interventi finanziari a sostegno delle imprese agricole a norma dell'articolo 1, comma 2, lettera i), della legge 7 marzo 2003, n. 38. (GU n. 104 del 5-5-2008 )
  • Circolare MIPAAF 15 luglio 2004 n. 102204 Decreto Legislativo 29 marzo 2004 n. 102: nuova normativa per la difesa dei redditi agricoli dalle calamità. Nota esplicativa
  • Decreto legislativo 29 marzo 2004 n. 102 Interventi finanziari a sostegno delle imprese agricole, a norma dell'articolo 1, comma 2, lettera i), della legge 7 marzo 2003, n. 38
Azioni sul documento
Pubblicato il 10/12/2012 — ultima modifica 08/03/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it