Effluenti zootecnici

Chi produce o utilizza, per fertilizzare i propri terreni, effluenti zootecnici ha l’obbligo di comunicare tale attività alla Regione. La Regione mette a disposizione un applicativo online.

Cosa fa la Regione

L'obbligo di presentare notifica dipende dalla collocazione dell’attività (rispetto alla vulnerabilità territoriale), dalla tipologia dell’azienda (produttrice o solo utilizzatrice) e dai quantitativi di effluenti (espressi in chilogrammi di azoto per anno). Di seguito sono riassunti i criteri che individuano i soggetti interessati:

  • Zone Vulnerabili ai Nitrati
    • Aziende con allevamenti (che producono più di 1.000 kg annui di azoto);
    • Aziende a indirizzo produttivo vegetale, che utilizzano effluenti zootecnici (più di 3.000 kg annui di azoto) per la fertilizzazione.
  • Zone Non Vulnerabili
    • Aziende con allevamenti (che producono più di 3.000 kg annui di azoto)
    • Aziende a indirizzo produttivo vegetale, che utilizzano effluenti zootecnici (più di 6.000 kg annui di azoto) per la fertilizzazione.

La comunicazione può essere presentata e aggiornata ogni qualvolta si ritenesse opportuno, sia per via telematica sia in forma cartacea.

Accedi all'applicativo online

Per ulteriori informazioni visita la pagina dedicata: Effluenti e nitrati.

A chi rivolgersi

Giampaolo Sarno, tel. 051 5278332, gsarno@regione.emilia-romagna.it

Problemi informatici:

Claudio Ragazzini, tel. 051 5278081, cragazzini@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento

pubblicato il 2016/05/03 13:15:00 GMT+2 ultima modifica 2016-06-16T13:21:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?