Aiuti alle imprese

Aperte le domande per i contributi "danni causati dalle gelate - aprile 2021".

Fino al 14 ottobre sarà possibile presentare le domande per i contributi in conto capitale

Con il  D.M 361903 del 09.08.2021 (pdf3.22 MB) (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n.207 del 30 Agosto (pdf2.52 MB)) il Ministero ha provveduto a riconoscere l'esistenza del carattere di eccezionalità degli eventi calamitosi (gelate) verificatisi nei territori della Regione Emilia-Romagna dal 1 al 11 aprile 2021. Di conseguenza sarà possibile presentare domanda di contributo, ai sensi del comma a) art.5 del Decreto Legislativo n.102/2004 e suc. modficihe ed integrazioni, dal 30 Agosto 2021 alle ore 24 del 14 ottobre 2021.

Il Decreto dichiara l’esistenza del carattere di eccezionalità degli eventi calamitosi elencati a fianco delle sottoindicate province per i danni causati alle Produzioni vegetali (pdf301.64 KB) ed alle Produzioni apistiche (pdf302.58 KB) nei sottoelencati territori agricoli, in cui possono trovare applicazione le specifiche misure di intervento previste del decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 102:

- elenco dei Comuni delimitati per le  seguenti produzioni apistiche (si fa riferimento alla sede legale dell'impresa): millefiori primaverili, acacia, colza, coriandolo, ciliegio, melo. In attesa del parere del Ministero, gli apicoltori con sede legale nel Comune di Ventasso (Provincia di Reggio Emilia) potranno presentare la domanda. L'istruttoria di tali domande sarà subordinata alla comunicazione del Ministero.  (pdf84.75 KB)

- elenco dei Comuni delimitati per le seguenti produzioni vegetali: actinidia, albicocco, asparago, ciliegio, melo, pesche, pesche nettarine, pere, susine, vite per uva da vino. (pdf85.18 KB)

Si ricorda che:

  • possono fare domanda solo chi ha subito danni superiori al 30 per cento della produzione lorda vendibile (PLV) aziendale riferita all’anno 2021 rispetto alla PLV media dei tre anni precedenti o dei cinque anni precedenti, escludendo il valore più basso e quello più elevato.
  • In caso di danni alle sole produzioni vegetali, sono escluse dal calcolo dell'incidenza di danno sulla produzione lorda vendibile le produzioni zootecniche.
  • Nel caso di aziende apistiche il calcolo dell’incidenza di danno sulla produzion e lorda vendibile aziendale, dovrà includere anche le altre eventuali produzioni (vegetali e zootecniche)
  • il comma 4 ter del D.lgs 32/2018, di modifica all’art. 5 del d.lgs. 102/2004, prevede, tra l’altro, che:
    la perdita di reddito (che deve essere almeno del 30%) a livello di singoli beneficiari, è calcolata sottraendo:
    A) il risultato ottenuto moltiplicando i quantitativi di prodotti agricoli ottenuti nell’anno in cui si è verificata l’avversità assimilabile a una calamità naturale (anno 2021) per il prezzo medio di vendita ricavato nello stesso anno,
                                                                            da
    B) il risultato ottenuto moltiplicando i quantitativi ottenuti nei tre anni precedenti l’anno dell’avversità (2021) o da una media triennale basata sui cinque anni precedenti, escludendo il valore più basso e quello pi ù elevato, per il prezzo medio di vendita ottenuto nel periodo considerato.
    Pertanto, ai fini del calcolo della soglia per l’accesso alle provvidenze si deve tenere conto della
    effettiva perdita di reddito aziendale, ottenuta dalla differenza (tra B e A);
  • I contributi richiesti  sono ridotti del 50%, salvo quando sono accordati a beneficiari che abbiano stipulato una polizza assicurativa a copertura di almeno il 50% della loro produzione media annua o, qualora inferiore, quella residua in campo a seguito dell’evento o del reddito ricavato dalla produzione e dei rischi climatici statisticamente più frequenti nella regione di cui trattasi per cui è prevista una copertura assicurativa.

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale si aprono  i termini per la presentazione delle domande. La scadenza è 45 gg dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Le domande devono essere presentate nelle modalità previste dalla circolare (pdf884.22 KB)  e relative faq, del Ministero ed esclusivamente attraverso la piattaforma regionale  :

https://agreagestione.regione.emilia-romagna.it/siag

E' possibile, inoltre, scaricare il manuale  (pdf2.38 MB) per la presentazione delle domande.

Per informazioni o richieste scrivere all'email:  agridanni@regione.emilia-romagna.it

Link utili:

Contatti:

(Considerato l'alto numero di richieste si invita a inviare il quesito prioritariamente con  email  a agridanni@regione.emilia-romagna.it ,  indicando inoltre un numero di telefono necessario per essere ricontattati)

riguardanti il procedimento amministrativo:

- Rocchi Cristian - 051.5274454

- Todeschini Giuseppe - 051.5274444

riguardanti il programma per la presentazione delle domande:

- Basso Luca - 051.5273147

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/08/06 15:45:00 GMT+2 ultima modifica 2021-10-06T17:05:24+02:00 scaduto

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?