Dop, Igp e produzioni di qualità

Sono 123 le aziende dell’Emilia-Romagna che commercializzano Prodotto di montagna

La maggior parte di esse appartengono alla filiera dei “prodotti ortofrutticoli e cereali”

Le Aziende emiliano romagnole che utilizzano l’indicazione facoltativa di qualità “Prodotto di montagna” sono attualmente 123 localizzate soprattutto nelle province di Parma e Bologna (35 ciascuna), Modena (26) e Reggio Emilia (19).

Immagine1.pngPer quanto riguarda le tipologie di alimenti, la maggior parte di essi (34%) appartengono alla filiera dei “prodotti ortofrutticoli e cereali”, freschi e trasformati - e comprendono dunque anche composte, succhi e farine - e a quella del “latte e prodotti caseari” (33%).

Nell’ambito di quest’ultimo gruppo rientrano i produttori di Parmigiano Reggiano, tra i primi a utilizzare l’indicazione facoltativa di qualità, che ancora oggi con 39 Aziende rappresentano il “Prodotto di montagna” maggiormente commercializzato.

Immagine2.pngUna posizione importante anche per la filiera dell’apicoltura, i cui prodotti, miele in primis, rappresentano il 22% del totale.

L’elenco dei produttori pubblicato sul sito della Regione viene aggiornato ogni sei mesi circa.

Le informazioni complete relative ai requisiti per l’utilizzo dell’indicazione “Prodotto di montagna” e la modulistica per presentare richiesta sono disponibili online.

Un video realizzato dalla Regione presenta l’esperienza di alcuni produttori e illustra sinteticamente la semplice procedura per ottenere il marchio.

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/01/21 17:41:00 GMT+2 ultima modifica 2021-01-22T15:02:22+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?