Online la Carta di attitudine alla coltivazione del nocciolo

Individua le zone più indicate alla coltivazione, nel "Progetto Nocciola Italia" fatto in collaborazione con Ferrero.

La carta è stata realizzata da Agristudio Srl, su incarico di Ferrero Spa, e dalla Regione Emilia-Romagna (Servizio organizzazioni di mercato e sinergie di filiera e Servizio Geologico sismico e dei suoli), nell’ambito del “Progetto Nocciola Italia”, mediante il quale Ferrero Spa intende incrementare la quota di approvvigionamento nazionale di nocciole, importante materia prima utilizzata nelle sue produzioni.

La carta è stata realizzata sulla base dei dati pedologici forniti dal Servizio Geologico sismico e dei suoli e di quelli climatici forniti da Arpae-SIM. La pubblicazione online della carta si deve allo staff informatico della Direzione Generale “Agricoltura, caccia e pesca”.

Con questa nuova cartografia, realizzata anche in altre Regioni, Ferrero Spa intende promuovere lo sviluppo di distretti idonei alla corilicoltura intensiva.

Il  “Progetto Nocciola Italia” prevede la stipula di un contratto quadro, rivolto agli agricoltori associati con un iniziale sostegno finanziario e un prezzo di ritiro garantito, che attenua le fluttuazioni dei prezzi di mercato.

Le caratteristiche della Carta

La Carta di attitudine alla coltivazione del nocciolo copre attualmente l’intero territorio di pianura e parte del territorio collinare regionale; prende in esame quattro diversi aspetti: uno relativo alle limitazioni pedologiche e gestionali e tre relativi ad altrettante specifiche caratteristiche climatiche. L’attitudine complessiva è determinata dal carattere che risulta più limitante.

Il suo utilizzo deve essere considerato di tipo orientativo. Le scelte degli agricoltori devono sempre essere integrate, prima di procedere alla realizzazione di nuovi impianti, da dettagliate indagini eseguite da tecnici specializzati, per definire esattamente le caratteristiche pedologiche, gestionali e climatiche locali.

Cliccando sui “poligoni” della carta, l’imprenditore agricolo può ottenere direttamente il grado di attitudine del territorio alla coltivazione del nocciolo (nella scala da “molto adatto” a “non adatto”) e le informazioni sulle eventuali limitazioni presenti.

Azioni sul documento
Pubblicato il 17/08/2018 — ultima modifica 23/08/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it