Innovazione e ricerca, riutilizzo degli scarti, strategie per adattarsi ai cambiamenti climatici. A “Vista da Vicino” un’Emilia-Romagna pronta alle sfide del futuro

Gli investimenti per lo sviluppo del sistema della conoscenza e dell’innovazione agroalimentare della Regione ammontano complessivamente a 90 milioni di euro, la dotazione più alta tra tutte le regioni europee

Il Parco Commestibile è un vero e proprio parco coltivato che funge da cerniera tra la campagna e la città di Reggio Emilia ed è stato progettato da un Gruppo Operativo dell’Innovazione (Goi) europeo con l’obiettivo di contrastare lo spreco energetico, ricostruire il legame cittadini-territorio, ridurre l’impatto ambientale, incrementare la biodiversità e migliorare il paesaggio.

Parte da questo progetto sperimentale di agricoltura periurbana l'ultima puntata di questo ciclo di “Vista da vicino” - il format televisivo di approfondimento sulle politiche regionali in onda nel circuito delle emittenti private locali - dedicata all’innovazione agroalimentare in regione.

Il viaggio prosegue al Cer, Canale Emiliano Romagnolo, dove sorge Acqua Campus, un centro sperimentale e divulgativo con un'area dimostrativa disponibile per le visite di agricoltori, tecnici e studenti interessati al settore con 15 ettari di campi sperimentali in grado di assistere i produttori e dare loro indicazioni sulle corrette tecniche irrigue e il risparmio idrico.

Infine, Scarabeo, uno dei Goi dell'Azienda agraria sperimentale Stuard di Parma  dove le mosche soldato, insetti voracissimi, trasformano “naturalmente” gli scarti della filiera della fibra di canapa in risorse capaci di dare un apporto nutritivo alle colture e benefici alla struttura del terreno.

I Goi sono finanziati con oltre 50 milioni di euro nell’attuale Programma di sviluppo rurale 2014-2020 della Regione Emilia-Romagna, prima in Europa per progetti attivati.

Dei primi 93 progetti, diversi hanno ormai portato a termine i lavori, mentre per i successivi 35 le attività  sono in pieno svolgimento. Attualmente è in corso la definizione della graduatoria del bando emesso a giugno, sono 77 le domande in fase di valutazione.

Altri tre bandi sono previsti entro i primi mesi del 2020 e si conta di arrivare, a fine programmazione, con oltre 200 Goi a finanziamento regionale, cui vanno aggiunti i 51 progetti pilota collegati alle filiere agroalimentari, sempre a finanziamento Psr.

“Vista da vicino” è online sul sito regionale, su Facebook e su Youtube con tre diversi contributi di diversa durata per meglio adattarsi alle esigenze dei social media.

Le puntate saranno anche trasmesse, nei prossimi giorni, da 16 diverse emittenti televisive locali  secondo il calendario che potete consultare (pdf, 178.36 KB).

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/11/27 13:09:59 GMT+2 ultima modifica 2019-11-27T13:09:59+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?