Agricoltori quest’anno fate particolare attenzione alle bietole prefiorite e alle piante di specie che possono inquinare le coltivazioni sementiere

Dovete assolutamente individuarle ed estirparle!

La legge regionale 19 gennaio 1998, n. 2, “Norme per la produzione di sementi di piante allogame e non allogame”, per tutelare sia il territorio per la moltiplicazione delle coltivazioni sementiere sia la qualità e la purezza genetica delle sementi prodotte, prevede l’obbligo di eliminare le colture e le piante che con il loro polline possono nuocere, inquinando appunto la purezza genetica delle coltivazioni di sementi. La norma stabilisce sanzioni per chiunque manda a seme o lascia andare a seme tali piante inquinanti, anche se spontanee.

Il controllo del territorio e la segnalazione di eventuali piante da eliminare avvengono abitualmente grazie all’attenzione degli agricoltori e al supporto dei tecnici delle imprese sementiere e delle associazioni di produttori moltiplicatori che operano nei diversi areali di moltiplicazione.

La situazione che si è creata a causa dell’emergenza Covid-19 rende difficile svolgere l'attività di controllo ed è pertanto necessario richiamare tutti gli agricoltori alla necessità di effettuare tali controlli e, laddove presenti, di eliminare le piante inquinanti.

L’associazione delle imprese sementiere Assosementi e l'associazione delle associazioni degli agricoltori moltiplicatori Coams hanno evidenziato tale situazione in una nota informativa (pdf, 476.8 KB), con la quale giustamente chiedono agli agricoltori e a chiunque interessato (orticoltori, hobbisti, ecc.) uno sforzo supplementare a beneficio di tutta la collettività.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/04/15 10:35:00 GMT+2 ultima modifica 2020-04-18T11:00:31+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?