A cena con Tramonto DiVino raddoppia a Cesenatico: 31 luglio e 1° agosto

Tante le novità a partire dal nuovo format per degustare in sicurezza i vini e i prodotti Dop e Igp regionali

A consigliare i vini i sommelier di Ais Emilia e Romagna, i prodotti a qualità regolamentata sono interpretati dagli chef di CheftoChef (Alberto Faccani e Matteo Salbaroli) e Casa Artusi. Fil rouge dell’edizione 2020 il Bicentenario della nascita di Pellegrino Artusi

Tramonto DiVino nella storica tappa di Cesenatico non lascia ma raddoppia. Due le date in tappe Tramonto DiVino 2020calendario del road show, sempre in Piazza Spose dei Marinai con inizio alle ore 19.30: venerdì 31 luglio (evento sold out) e sabato 1 agosto (posti ancora disponibili). Protagonisti come sempre i vini e i prodotti Dop e Igp regionali proposti e raccontati in un nuovo format, in cene-degustazioni seduti, con posti limitati e prenotazione on line, e non più in libero accesso ai banchi d’assaggio per evitare gli assembramenti. Fil rouge il Bicentenario della nascita di Pellegrino Artusi proposto in ricette a due mani tra i grandi cuochi di CheftoChef e Casa Artusi. A servire i piatti un’inedita collaborazione con gli allievi della Scuola di ristorazione IAL di Cesenatico coordinati dal maître Giulio Bianconcini e dalla direttrice Daniela Casadei.

Come si diceva due le serate in programma a Cesenatico. Nella prima, venerdì 31 luglio, si parte con assaggi dei prodotti Dop e Igp regionali messi a disposizione dei consorzi partner con tre prodotti protagonisti: Salumi Piacentini Dop, Olio Evo di Brisighella Dop, Patata di Bologna Dop. Insieme a loro altri assaggi di prodotti certificati: Prosciutto di Parma e di Modena Dop, Parmigiano Reggiano Dop, Mortadella di Bologna Igp, Piadina Romagnola Igp, lo Squacquerone di Romagna Dop e gli altri formaggi della Centrale del Latte di Cesena.

Star della serata sarà lo show cooking a quattro mani di Alberto Faccani, chef 2 Stelle Michelin del Magnolia di Cesenatico, insieme a Carla Brigliadori responsabile della Scuola di cucina di Casa Artusi. Due i piatti proposti: passatelli con salsa di seppie nostrane, piselli e olio Evo di Brisighella, e la ricetta artusiana n. 446 Tortino di Patate con Patate di Bologna Dop con Pancetta piacentina e Cozza romagnola.

La serata si chiuderà con un momento di festa per i 50 anni di Enoteca Regionale Emilia Romagna.

Stesso format ma con protagonisti diversi la serata di sabato 1 agosto che avrà quali prodotti big il Prosciutto di Parma Dop, la Piadina Romagnola IGp e lo Squacquerone di Romagna Dop. Insieme a loro in degustazione altri prodotti certificati: Parmigiano Reggiano, Salumi Piacentini, Mortadella Bologna, Prosciutto di Modena, lo Squacquerone Romagnolo e le Cozze romagnole.

A guidare lo show cooking sarà un altro chef di primo piano, Matteo Salbaroli del Ristorante l’Acciuga di Ravenna, sempre insieme a Carla Brigliadori. I due propongono Piadina di Romagna Igp con Sarda grigliata e Squacquerone di Romagna Dop. A cui si aggiunge la ricetta artusiana n. 45. Malfattini al sugo di brodetto di pesce e polvere di alga. Gran finale con Sbrisolona di Ciambella, gelato allo Squacquerone di Romagna Dop e Fichi caramellati.

In entrambe le serate, ad accompagnare i piatti, ci sono i vini proposti dai sommelier di Ais Romagna ed Emilia, proposti in carte vini pensate ad hoc per gruppi di tavoli. In degustazione una quindicina di referenze ciascuna: dagli spumanti metodo classico e charmat, ai bianchi autoctoni come Albana, Pignoletto e Malvasia, ai Lambruschi rosè, ai Gutturnio piacentini e ai vini ferraresi delle sabbie fino ai rossi romagnoli strutturati, Sangiovese in testa. E con il dessert gli immancabili vini dolci, fermi e bollicine offerti da Enoteca Regionale Emilia Romagna. I vini sono tratti dalla Guida “Emilia Romagna da Bere e da Mangiare” (PrimaPagina editore), fresca di stampa, che sarà consegnata a tutti i partecipanti.

Nel corso delle serate il conduttore Daniele De Leo racconterà caratteristiche e peculiarità dei prodotti certificati e stimolerà il pubblico con domande, giochi e curiosità.

Nel rispetto del distanziamento

Il format di TDV 2020 è stato naturalmente pensato nel rigido rispetto delle norme di sicurezza dettate dall’emergenza Covid 19. Ecco alcune delle regole sottese all’evento: contingentamento partecipanti in funzione degli spazi (180 partecipanti); partecipazione su prenotazione e pagamento di un ticket on-line con presenza in loco di una cassa adeguatamente organizzata per il rispetto del distanziamento sociale per i soli eventuali posti rimasti disponibili; ingressi e uscite differenziati, corridoi di sicurezza e segnaletica di distanziamento; presidi per la disinfezione delle mani (colonnine con gel); allestimento tavoli apparecchiati opportunamente distanziati (con coperto, calice da degustazione in vetro e una copia personale della Guida). Ogni tavolo allestito avrà dimensioni adeguate a garantire il metro di distanza in tutte le direzioni, i materiali di consumo e il tovagliato saranno monouso e le strutture accuratamente disinfettate; ai partecipanti che potranno entrare a un orario convenuto, sarà chiesto di indossare la mascherina (ci saranno appositi cartelli in doppia lingua in tal senso) e saranno accompagnati ai tavoli dal personale dotato di mascherina; una volta seduti i partecipanti potranno togliere la mascherina per tutto il tempo della cena-degustazione; i partecipanti  rimarranno  al proprio posto fino al termine della manifestazione e se avranno necessità di alzarsi dovranno rimettere la mascherina. A fine evento sarà chiesto alle persone di indossare nuovamente la mascherina e l’uscita sarà regolata e indirizzata dal personale seguendo le apposite segnalazioni verso 2/3 punti esodo.

Le tappe 2020 di TramontoDiVino

Sei le tappe emiliano-romagnole del tour: Cesenatico in doppia data il 31 luglio e il 1° agosto (Piazza Spose dei marinai), Forlimpopoli 4 agosto Notte bianca del cibo italiano, 200° anniversario della nascita di Pellegrino Artusi nell’ambito della Festa Artusiana (piazza Garibaldi); 2 settembre a Ferrara (piazza XXV Maggio), 12 settembre Piacenza (Piazza Cavalli); 24 ottobre Fico Eatalyworld, nel giorno di Mortadella Day. Ultima tappa a Francoforte all’interno del ristorante ‘In Cantina’ il 27 novembre con un trionfo di vini e sapori emiliano-romagnoli dedicati ai cugini tedeschi.

Info e partecipazione

Per operare una corretta selezione dei partecipanti all’evento, indirizzando ad una degustazione e ad un consumo consapevole dei vini e dei prodotti gastronomici regionali, è previsto un ticket d’ingresso fissato a 30 euro. Il ticket nel rispetto delle normative dettate dall’emergenza Covid 19 dovrà essere acquistato anticipatamente sul sito www.shop.emiliaromagnavini.it in modo da evitare file ed assembramenti al desk d’ingresso. Il ticket comprende l’edizione 2020/21 della Guida “Emilia-Romagna da Bere e da Mangiare” e la cena-degustazione. In caso di annullamento dell’evento per volontà degli organizzatori il ticket sarà rimborsato. Non è previsto invece alcun rimborso per l’eventuale rinuncia volontaria da parte dei partecipanti.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/07/29 08:47:00 GMT+2 ultima modifica 2020-07-29T09:08:06+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?