Mense bio: più gusto, meno spreco

Ripartono le attività: 31 scuole per un totale di 71 classi e 1.469 alunni da Rimini a Piacenza. 10 le fattorie didattiche bio coinvolte

Ripartono le attività per le scuole aderenti al progetto Mense bio, più gusto meno spreco, che coinvolge 31 scuole, tra infanzia e primarie, per un totale di 71 classi e 1.469 alunni di tutto il territorio regionale da Rimini a Piacenza. Sono 10 le fattorie didattiche a produzione biologica selezionate per l’accoglienza delle classi e i percorsi didattici.

Il progetto vuole diffondere i principi dell’agricoltura biologica ed educare ai consumi alimentari innalzando nei giovani e nelle loro famiglie la consapevolezza e il rispetto per il cibo, con particolare attenzione al tema dello spreco alimentare. Le attività si concluderanno entro dicembre 2020. Il progetto è promosso dalla Regione Emilia-Romagna, finanziato dal Mipaaf attraverso il Decreto mense scolastiche biologiche e ha il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale.

Mense bio si basa su un approccio pedagogico di tipo attivo con attività pratiche di educazione al consumo consapevole, gestite da un animatore esperto e da un agricoltore titolare di fattoria didattica biologica.

Per adeguarsi alla emergenza Covid-19, Alimos Soc. Coop., società affidataria del progetto, ha ampliato le proposte offrendo didattica in presenza o didattica a distanza.

Didattica in presenza

Ben 34 classi per un totale di 689 alunni, hanno scelto la visita nella fattoria didattica, gestita dall’agricoltore, che descrive la conduzione dell’azienda agricola biologica, le colture e gli allevamenti presenti, gli eventuali prodotti trasformati e il percorso dalla terra alla tavola.

Sono 45 le classi, per un totale di 835 alunni, che parteciperanno ai percorsi didattici a scuola con operatore esperto, con la preparazione di uno spuntino da parte degli studenti con materie prime semplici e fresche proposte nella Mistery box. La preparazione deve risultare accattivante, gustosa, sostenibile ed elaborata con l’attenzione al non spreco. Al termine viene proposta la degustazione insieme agli insegnanti.

Didattica a distanza

Sono 36 classi per un totale di 780 alunni che seguiranno il progetto grazie al supporto della web app di Mense bio. L’insegnante gestisce in autonomia i contenuti del percorso didattico con i suoi alunni in classe e li guida step by step a rispondere a domande, risolvere quiz, visionare immagini e video su temi che spaziano dal consumo consapevole del cibo alle buone pratiche antispreco.

Sono 30 classi per un totale di 634 alunni che realizzeranno l’attività con il video tutorial, con cui l’insegnante gestisce in autonomia l’attività con i suoi alunni in classe e guida il gruppo in tutti i passaggi che portano alla realizzazione del percorso di educazione alimentare con la preparazione dello spuntino salutare salva spreco da parte degli alunni.

Materiali educativi

A tutte le classi viene consegnato il kit Smart-box, contenente il poster per la classe, la guida per i docenti, il booklet per gli studenti e l’opuscolo per le famiglie.

Il progetto si completa con alcuni eventi in diretta streaming sul tema della ristorazione scolastica biologica in programma per novembre.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/10/09 06:51:16 GMT+1 ultima modifica 2020-10-09T06:51:16+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?