Macfrut digital 2020: la prima fiera digitale dell’ortofrutta

Dedicata da sempre al mondo dell'ortofrutta, quest’anno la fiera sarà a portata di computer, tablet e smartphone da martedì 8 a giovedì 10 settembre

Una delle prime manifestazioni fieristiche, di settore, a fare il grande passo verso una ripresa di attività è Macfrut che, in sostituzione della tradizionale esposizione alla Fiera di Rimini, da oggi propone una innovativa versione digital.

Dedicata da sempre al mondo dell'ortofrutta, quest’anno la fiera sarà esclusivamente a portata di computer, tablet e smartphone da martedì 8 a giovedì 10 settembre.

Sono 400 gli espositori suddivisi in dieci padiglioni virtuali dedicati ai diversi settori e come tutti gli anni anche la Regione Emilia-Romagna sarà presente con un proprio spazio multimediale.

Se il made in Italy ha risposto positivamente con più della metà degli espositori presenti, notevole è stata la risposta dall’estero con adesioni da quattro continenti.

L'accesso alla piattaforma Natlive di Macfrut digital è gratuito previa registrazione obbligatoria, con un doppio livello di visita: sia agli stand virtuali, per dialogare e chiedere informazioni e contatti per eventuali incontri di business; sia per incontri B2B con i buyer attraverso un lavoro di programmazione curato dallo staff di Cesena Fiera per far collimare le agende e gli interessi specifici dei compratori e delle imprese.

“Sicuramente l’edizione 2020 del Macfrut è molto diversa rispetto al passato - commenta l’assessore regionale all’Agricoltura, Alessio Mammi - ma questa vetrina completamente digitale è una grande opportunità per il settore, come del resto dimostrano i numeri di espositori presenti quest’anno. Macfrut digital è un segnale forte di coraggio e capacità di innovazione, un’importante piattaforma per lo scambio di idee e informazioni, un arricchimento reciproco. La Regione Emilia-Romagna si presenta con un proprio padiglione virtuale, rispondendo a questioni tecniche, introducendo novità nell’ambito della ricerca e dello sviluppo, ad esempio nel settore fitosanitario”

“Macfrut diventa quindi un grande evento culturale, non solo economico, perché l’agricoltura è cultura - continua Mammi. La nostra Regione è leader nel settore ortofrutticolo, anche grazie a un’attenzione continua e in crescita verso la qualità e la sostenibilità. È chiaro che viviamo una fase molto delicata, dovuta al climate change e alle fitopatie che attaccano frutta e verdura. Ma solo lavorando su tecnologia e innovazione, sperimentando e sostenendo le imprese agricole in nuove soluzioni, diventeremo un territorio resiliente: i nostri obiettivi sono il sostegno ai produttori e al reddito, la volontà di promuovere le sinergie tra imprese e di lavorare per rafforzare le filiere, l’agricoltura di precisione e la riduzione dei costi energetici. Continueremo a fare un lavoro importante sulla promozione all’export dei nostri prodotti per vincere anche, tutti insieme, queste nuove sfide che purtroppo si sono intrecciate quest’anno con la pandemia”.

Lo Stand virtuale della Regione Emilia-Romagna

Tra gli espositori basta cercare il logo o il riferimento Regione Emilia-Romagna e si entra nello stand virtuale dove, a una pagina di presentazione generale con l’intervento in video dell’assessore Alessio Mammi, fanno seguito sei diversi canali tematici dedicati all’approfondimento di temi particolari:

  1. Contrasto alle emergenze fitosanitarie
  2. Dal campo all’export ortofrutticolo
  3. Vivaismo regionale: materiali sani e di qualità
  4. Biologico e produzioni certficate
  5. Innovazione nelle filiere ortofrutticole
  6. Opportunità dai programmi operativi.

Un’ulteriore opportunità è poi quella offerta dai Forum tecnici, dedicati all'approfondimento delle principali tematiche del comparto con incontri in webinar; per partecipare occorre registrarsi dalla home page di Macfrut digital al banner Forum tecnici.

I due webinar gestiti dalla Regione sono in programma oggi, martedì 8 settembre alle 14.30 Le opportunità di una filiera per le piante officinali e domani, mercoledì 9 settembre alle 11.00 la La futura PAC dell’ortofrutta.

La partecipazione ai webinar è gratuita previa la registrazione ai singoli eventi, con un massimo di 300 partecipanti.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/09/08 14:42:00 GMT+2 ultima modifica 2020-09-09T11:16:49+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?