Popillia japonica: riconoscerla, prevenirla, contrastarla

Un video che illustra come riconoscere l’insetto, quali sono i danni provocati e le piante colpite e come effettuare un’efficace prevenzione attraverso un attento monitoraggio del territorio

Popillia japonica è un insetto originario del Giappone ed è molto pericoloso in quanto in America, dove è presente e diffuso, provoca ogni anno perdite per circa 460 milioni di dollari. In Italia è comparsa nel 2014 restando confinata alla valle del Ticino ed è considerata un organismo nocivo da quarantena a rischio di introduzione nella nostra regione. Per contrastarne l’ingresso e la diffusione, il Servizio Fitosanitario dell’Emilia-Romagna sta attuando un piano di monitoraggio per individuare precocemente la presenza di questo coleottero attraverso controlli visivi sulla vegetazione lungo le principali direttrici di trasporto di merci e persone e periodici monitoraggi con trappole a feromoni.

Un video, pubblicato sul canale Youtube della Direzione Agricoltura, aiuta e facilita il riconoscimento tempestivo di Popillia japonica nel corso dei monitoraggi e amplia la conoscenza di questo coleottero, evidenziando i diversi stadi di sviluppo, le specie vegetali colpite, i danni provocati e fornisce le indicazioni sul comportamento da seguire in caso di rinvenimento dell’insetto. Un aspetto, quest’ultimo, fondamentale in quanto un’individuazione tempestiva del focolaio iniziale può permetterne l’immediata eradicazione grazie ai diversi metodi di lotta oggi disponibili, come ad esempio le trappole per la raccolta massale e i trattamenti insetticidi abbattenti o biologici a base di nematodi e/o funghi entomopatogeni.

L’aumentato rischio di introduzione nei nostri territori di nuovi organismi nocivi, poco o nulla conosciuti, ha creato la necessità di nuove informazioni e conoscenze; il filmato pertanto costituisce un supporto tecnico-specialistico all’attività degli ispettori fitosanitari e dei tecnici addetti al monitoraggio e degli operatori professionali del settore.

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/01/11 12:38:45 GMT+1 ultima modifica 2021-01-11T12:38:45+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?