L'ultima tappa di TramontoDiVino arriva a Piacenza il 25 settembre

Nell’ambito di “Piacenza è un mare di sapori”. Dopo i successi di Modena, Ferrara e Fontanellato (Pr)

Si avvicina l'ultima tappa di TramontoDiVino. Il tour del gusto dell’Emilia-Romagna arriverà a Piacenza il 25 settembre nell’ambito di “Piacenza è un mare di sapori” la manifestazione che si colloca tra le maggiori rassegne enogastronomiche di piazza che si svolgono sul territorio nazionale.

Dopo le tappe di inizio settembre a Modena, Ferrara e Fontanellato (Pr) a Piacenza saranno servite e raccontate dai sommelier di Ais le etichette dei migliori vini dell’Emilia-Romagna e illustrati nella nuova guida Ais “Emilia Romagna da Bere e da Mangiare” consegnata a tutti i winelovers e gastronauti che parteciperanno alla serata. In abbinamento ai vini ci saranno i grandi i prodotti certificati forniti dai consorzi delle Dop e Igp regionali. 

Tramonto DiVino Cervia foto Dell'Aquila Fabrizio DSC_6319.JPGIl tour, giunto quest’anno alla 17° edizione, è organizzato da Enoteca Regionale Emilia-Romagna, insieme all’Assessorato all’Agricoltura della Regione Emilia-Romagna e UnionCamere Emilia-Romagna, Apt servizi, Agenzia PrimaPagina, Ais Emilia e Romagna, con la collaborazione dell’Associazione regionale CheftoChef, Casa Artusi, dei Consorzi regionali dei prodotti a qualità certificata.

E-risalutami tuo fratello - Barbi LigabueNella serata si terrà anche lo spettacolo rock ‘n roll di grande successo "ERiSalutami tuo fratello" nel quale Marco Ligabue e Andrea Barbi raccontano in musica i 44 prodotti Dop e Igp dell'Emilia-Romagna.

Clicca qui per info e prenotazioni alla cena (per saltare la fila)


La serata ferrarese

Pera Igp a TramontoDiVino di Ferrara foto Cso.jpgTra i protagonisti dell’appuntamento ferrarese del tour ha spiccato la Pera dell’Emilia-Romagna Igp, tra le bandiere del made in Italy nel mondo. A presentare questa eccellenza è stata Elisa Macchi, direttrice di Cso Italy, in rappresentanza del Consorzio di Tutela della Pera dell’Emilia Romagna Igp, che da circa venti anni svolge un importante ruolo di valorizzazione dell’identità territoriale del prodotto.
“Questo frutto è coltivato esclusivamente in aree storicamente vocate, tra le quali spicca la provincia di Ferrara, che è il primo areale d’Italia e d’Europa – ha sottolineato la direttrice Macchi –. Si tratta di un frutto particolare, dalle grandi proprietà salutistiche e molto versatile in cucina, un gioiello della frutticoltura italiana da difendere e tutelare”.


I protagonisti a Modena

Tramonto DiVino Modena foto Dell'Aquila Fabrizio DSC_8064.JPG

Tramonto DiVino Modena foto Dell'Aquila Fabrizio DSC_8028.JPG

Tramonto DiVino Modena foto Dell'Aquila Fabrizio DSC_8136.JPG

Tramonto DiVino Modena foto Dell'Aquila Fabrizio DSC_8291.JPG

Tramonto DiVino Modena foto Dell'Aquila Fabrizio DSC_8341.JPG

Tramonto DiVino Modena foto Dell'Aquila Fabrizio DSC_8479.JPG

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/09/12 16:00:00 GMT+2 ultima modifica 2022-09-12T16:04:56+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?