Danni da gelate 2020, la Regione anticipa 23 milioni di euro per liquidare gli indennizzi

Grazie all’assestamento di bilancio. La misura, già dal prossimo agosto, anticipa lo stanziamento statale che complessivamente è di 28 milioni. In regione sono 2.172 le richieste presentate

Accelera la liquidazione dei risarcimenti danni subiti dalle imprese agricole emiliano-romagnole colpite dalle gelate del 2020.
Questo, già a partire da agosto, grazie ad un'anticipazione di 23 milioni di euro della Regione delle risorse statali, che ammontano complessivamente a 28 milioni di euro per l’Emilia-Romagna, per gli indennizzi alle imprese agricole che hanno subito danni alle produzioni causati da gelate e brinate e provocati dalla maculatura bruna.

Anticipazione che sarà resa possibile dopo l’approvazione dell’assestamento del bilancio di previsione 2022 di cui è in corso l’iter, che si concluderà con il via libera dell’aula dell’Assemblea legislativa previsto entro il prossimo luglio.

A oggi, a fronte di 2.172 richieste, sono già stati resi disponibili oltre 13 milioni di euro di oltre 12 già liquidati. Ulteriori pagamenti garantiti dalla Regione riguardano 1,9 milioni di euro per la maculatura bruna (159 domande presentate) e sono disponibili 532 mila euro per danni alle strutture dovuti a maltempo-calamità (22 domande presentate).

La situazione indennizzi

A questi 28 milioni (frutto dell’intesa della Conferenza Stato Regioni sul riparto delle risorse previste dalla Legge di stabilità, che ammontavano in tutto a 70 milioni di euro) si aggiungono 52,3 milioni di euro di indennizzi previsti dal decreto sostegni per far fronte ai disagi da gelate tardive della scorsa primavera,13 milioni per le gelate del 2020 e 11,5 milioni di fondi per i danni da cimice asiatica. In totale gli indennizzi nazionali per il settore ortofrutticolo regionale ammontano a quasi 105 milioni di euro.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?