Produzioni agroalimentari

Covate

Il nome della pera “Covate” deriva probabilmente dalla modalità con cui essa veniva conservata nel passato...
  • Pera CovateSinonimi accertati: Covata
  • Zona di diffusione: Appennino romagnolo
  • Rischio di erosione: Molto elevato

Il nome della pera “Covate” deriva probabilmente dalla modalità con cui essa veniva conservata nel passato, quando il frigorifero non esisteva ancora; infatti il termine “cova” sull’Appennino romagnolo sta ad indicare la pula del grano, che era uno degli elementi, insieme alla paglia, con cui si predisponevano alcuni frutti per la conservazione.

Ricognizioni sul territorio del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, intorno all’anno 2000, hanno permesso di individuare ancora la presenza di piante superstiti di pero Covate nel versante romagnolo del Parco.

Per approfondire

Scheda completa Covate (pdf4.6 MB)

Contenuti correlati

Azioni sul documento

pubblicato il 2014/09/01 12:30:00 GMT+2 ultima modifica 2019-09-20T00:58:06+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?