Progetti per l'innovazione

Il castagno al centro del recupero del ruolo di montagne e foreste per chi ci vive e lavora

Il 27 giugno a Porretta Terme (Bo) il convegno conclusivo del progetto Goi Castagni parlanti

Il Convegno finale del progetto Goi Castagni parlanti, che si terrà il 27 giugno (dalle 9 alle 13) presso il Parco Rufus Thomas a Porretta Terme (Bo), inserisce i risultati del progetto nella cornice più ampia del recupero di ruolo della montagna e delle foreste, sia per la vita delle persone che per il recupero di tradizionali attività produttive, che, non meno importante, per la relazione virtuosa che il mondo forestale può intrattenere con quello agricolo sul fronte della sostenibilità e del bilancio del carbonio.

Il progetto "Castagni parlanti - Nuove tecniche di monitoraggio del bilancio del carbonio e dello stato di salute del castagneto da legno e da frutto" si è proposto di valutare l'impronta ecologica del recupero del castagneto all'attualità di coltura da frutto all'interno di una matrice forestale, in termini di fissazione e sequestro del carbonio nel sistema suolo-pianta, di uso dell'acqua e di copertura del suolo, traendone indicazioni concrete per una gestione forestale efficace e sostenibile per la produzione congiunta di legno e di frutto. A tale scopo, si sono sperimentate diverse tecnologie, tra cui i TreeTalker® ideati da Riccardo Valentini dell'Università della Tuscia, Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici.

Il progetto ha sviluppato preziose informazioni sulle modalità di recupero e gestione del castagneto; sull’impiego dei TreeTalker® sia per il monitoraggio dello stato di salute della pianta che per una stima/ misurazione puntuale della quantità di carbonio assorbita; sull’evoluzione ed il respiro del suolo a fronte di interventi di gestione forestale. Particolarmente intensa l’attività formativa nel corso del progetto, che ha visto l’attivazione di due corsi online approfonditi; di un corso breve presso il Parco Didattico imperniato sulla gestione pratica del castagno; un viaggio di studio in Portogallo per la scoperta degli studi e attività in corso in questo altro paese europeo ricco di castagneti.

Partner del progetto sono: Open Fields (coordinamento); Università di Bologna (Distal, con Federico Magnani come responsabile scientifico e Livia Vittori Antisari e Gloria Falsone per i preziosi studi sul suolo); CMCC (con Maria Vincenza Chiriacò alla guida dell’attività di rilevazione, validazione ed analisi dei dati); la Cooperativa Valreno; l’ente di formazione Centoform; il Comune di Alto Reno Terme.

L’attività è stata condotta nel Parco Didattico Sperimentale del Castagno di Granaglione (Alto Reno Terme, Bo), di proprietà della Fondazione Carisbo e affidato per il coordinamento tecnico scientifico all’Accademia nazionale di agricoltura.

Clicca  qui per scaricare il programma (pdf315.41 KB)

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?