Programma di sviluppo rurale 2014-2020

Modifiche proposte al PSR: risorse finanziarie e sostegno per nuovi interventi

Diventano 72 i tipi di operazione previsti dal Programma.

Il Programma di Sviluppo Rurale a luglio 2020 presenta un avanzato grado di utilizzo delle risorse, infatti, il 95% della dotazione è stata messa a bando. Sono 23.070 i beneficiari di 1,14 miliardo di euro di contributi concessi (86,41% della disponibilità), di cui 2.780 sono giovani. Ammontano a 650 milioni i contributi erogati (55,35% della disponibilità totale).
La modifica della versione 9.2 del Programma di Sviluppo Rurale nasce dall’esigenza di sostenere l’economia agricola regionale in questo difficile momento caratterizzato dalle conseguenze dell’emergenza COVID-19 attraverso azioni volte a rilanciare l’economia del territorio sui mercati nazionali ed esteri.
Si rende necessario infatti, in tale situazione, dare impulso al rilancio del settore agricolo sostenendone gli investimenti per migliorare il posizionamento delle aziende e dare risposte anche in termini di sostenibilità dei processi produttivi e di mantenimento del potenziale agricolo. Altrettanto importante risulta rafforzare il supporto alla conoscenza da parte delle aziende così da rendere agevole l’adozione dei protocolli di sicurezza necessari a garantire la sicurezza dei lavoratori e la salubrità dei prodotti.

In tale cornice si configurano le principali modifiche proposte.

Si tratta di modifiche di carattere finanziario che, nel rispetto del quadro strategico del Programma puntano a:
• soddisfare i fabbisogni già emersi dai bandi e quindi scorrendo le graduatorie approvate: 3,1 milioni di euro per progetti volti a diminuire le emissioni di ammoniaca negli allevamenti zootecnici e oltre 6 milioni di euro per la prevenzione dei danni al potenziale produttivo agricolo per aumentare la resilienza delle imprese di fronte ai mutamenti imposti dai cambiamenti climatici, attraverso un generale rilancio degli investimenti e dell’occupazione a beneficio di tutta l’economia regionale;
• sostenere i maggiori fabbisogni mediante il potenziamento di alcune linee di intervento già attivate:
- 2 milioni di euro sul sostegno agli investimenti per giovani agricoltori;
- 3,1 milioni di euro per indennità compensative;
- 1,4 milione di euro per agricoltura biologica;
Ulteriori risorse finanziarie sono state destinate dalla Regione a due nuovi tipi di operazione, arricchendo così il panorama di interventi finanziabili con il Programma (72 tipi di operazione):
“Sostegno a favore di agricoltori colpiti dalla emergenza Covid-19 (21.1.01)” nella focus area P2A, pensata in particolare per fornire liquidità alle aziende agricole multifunzionali e contribuire al mantenimento della continuità aziendale. Dotazione proposta di 300 mila euro, di cui l’89% di risorse regionali;
“Prevenzione danni al potenziale produttivo frutticolo da gelate primaverili (5.1.04)” nella focus area P3B per sostenere le aziende colpite dagli effetti dannosi del fenomeno delle gelate primaverili che sono amplificati dall’andamento climatico registrato negli ultimi anni, caratterizzato da inverni con periodi anticipati di temperature sopra la media che inducono una precoce attività vegetativa delle piante, le quali nei periodi delle gelate si trovano pertanto nella situazione di maggiore vulnerabilità dal punto di vista dello stadio fenologico. Dotazione finanziaria di oltre 4,2 ml di euro.

Infine, a seguito del complesso lavoro di ridefinizione delle aree svantaggiate non montane che si è conclusa con l'emanazione del Decreto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali n. 6277 dell’8 giugno 2020, il Programma si è arricchito di un nuovo allegato, il n. 22, denominato “Revisione delle zone soggette a vincoli naturali significativi diverse dalle zone montane”.

La proposta di modifica al Programma di sviluppo rurale è stata approvata dalla Giunta regionale con delibera n. 897 del 20 luglio 2020.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/07/28 09:43:00 GMT+1 ultima modifica 2020-07-29T08:43:25+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?