Il sistema agro-alimentare dell'Emilia-Romagna - Rapporto 2021

Realizzato in collaborazione da Assessorato Agricoltura e agroalimentare, caccia e pesca della Regione Emilia-Romagna e Unione regionale delle Camere di Commercio con l’apporto scientifico dell’Università di Bologna e dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza
Descrizione/Abstract:

Il Rapporto descrive e analizza il sistema agro-alimentare regionale da quasi trent’anni, fornendo un quadro dei principali andamenti congiunturali ed evidenziando le tendenze strutturali in atto.

Se il 2020 è stato caratterizzato dai pesanti effetti della pandemia, il 2021 è stato l’anno che ha segnato l’inizio della ripartenza e dal Rapporto emergono alcuni aspetti salienti:

  • il valore della produzione agricola regionale si è attestato attorno a quasi 5,4 miliardi di euro, registrando un aumento su base annua di circa 735 milioni pari ad un incremento percentuale che sfiora il 16%. Prosegue e si rafforza, pertanto, la crescita del fatturato agricolo regionale iniziata nel 2020 che per la prima volta oltrepassa il traguardo dei 5 miliardi di euro.
  • il buon andamento dell’occupazione agricola a livello nazionale non ha trovato riscontro a livello regionale dove il mercato del lavoro ha registrato un calo di 7 mila unità (-8%), che però segue il forte incremento dello scorso anno.
  • l'andamento degli scambi commerciali ha registrato ancora una volta dei risultati positivi sia a livello nazionale che regionale. Le esportazioni agroalimentari dell’Emilia-Romagna hanno quasi raggiunto gli 8 miliardi di euro, con un aumento di circa il 15% e un saldo commerciale positivo di oltre 800 mila euro. La crescita delle importazioni di oltre il 18% dimostra la ripresa del sistema produttivo agroalimentare e conferma ancora una volta l’Emilia-Romagna come regione trasformatrice di prodotti primari in beni alimentari.
  • la ripresa del credito bancario in Emilia-Romagna, dopo un periodo di costante contrazione, è stata favorita dall’introduzione di garanzie statali sui prestiti per il contenimento dei danni economici della pandemia. Si registra una netta flessione del credito agrario a breve e lo spostamento verso finanziamenti di medio e lungo termine, rivolti normalmente ad investimenti di maggiore consistenza.
  • l’andamento dei consumi alimentari si è avvantaggiato della politica di graduale e progressiva apertura delle attività commerciali e produttive e della ripresa della domanda interna. La domanda di beni alimentari e bevande analcoliche è così tornata ai livelli precedenti il 2020, segnando un sostanziale rapido superamento delle difficoltà e delle limitazioni imposte durante i momenti più duri della pandemia.

Il bilancio regionale del 2021 per l’Agricoltura, Caccia e Pesca evidenzia risorse statali e regionali per circa 149 milioni di euro, con un forte incremento rispetto al 2020 (131 milioni di euro). Nel tentativo di contrastare gli effetti della crisi sono state previste proroghe alla scadenza di termini procedimentali, misure di semplificazione nell’erogazione dei finanziamenti, contributi specifici per alcuni comparti particolarmente colpiti. Da segnalare inoltre l’approvazione della L.R. 14/2021 contenente misure urgenti a sostegno del sistema economico regionale, con una dotazione finanziaria di quasi 6 milioni di euro da utilizzare prevalentemente nel 2022.

Data di pubblicazione:
03/10/2022
Tipo di pubblicazione:
rapporti annuali
Lingua della pubblicazione:
italiano
Editore:
Unioncamere e Regione Emilia-Romagna
Scarica la pubblicazione:
download (PDF, 7.48 MB)

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/11/04 16:24:00 GMT+1 ultima modifica 2022-11-04T16:26:56+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?