La sorveglianza fitosanitaria in Emilia-Romagna

L'Emilia-Romagna ha rafforzato la sorveglianza fitosanitaria per contenere l'ingresso e la diffusione di nuovi organismi nocivi. L'intercettazione avviene controllando i vegetali di origine extraeuropea nei due punti d'ingresso: porto di Ravenna e aeroporto di Bologna. Imponente la lotta biologica alla dannosa cimice asiatica con i lanci del suo antagonista naturale, il Trissolcus Japonicus, una piccolissima vespa (detta vespa samurai) che parassitizza le uova di cimice asiatica

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/12/06 17:56:00 GMT+1 ultima modifica 2020-12-06T18:29:35+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?