Consumi e prezzi delle fragole, per il 2021 un bilancio molto positivo

Buona anche la performance del bio: il 12% delle famiglie italiane ne ha acquistate almeno una volta. I dati dell’Osservatorio di Mercato di Cso Italy su dati Gfk

Dopo un 2020 molto sotto tono è tornata a crescere nel 2021 la domanda di fragole (+4%), per un totale di oltre 93mila tonnellate, con prezzi che hanno toccato livelli mai raggiunti in precedenza: fino a 4,20 €/kg e un aumento del prezzo medio del 5%.

<<Le fragole sono una specie caratterizzata da consumi stagionali: nel periodo marzo-giugno si concentra oltre il 90% delle quantità complessive acquistate ogni anno - spiega Elisa Macchi, direttore di Cso Italy -. In questa finestra commerciale, nel 2021, sono state vendute 84mila tonnellate di prodotto. Si tratta di una quantità superiore dell’8% rispetto al 2020, sebbene in linea con la media dei tre anni 2016-2019>>.

Nel 2021, per ciascun acquisto, le famiglie hanno messo nel carrello mediamente 700 grammi di prodotto, ovvero 200 grammi in meno rispetto al 2020 e 300 grammi in meno sulla media 2016-2019, a fronte di una spesa media totale annua di oltre 20 €.

Sempre dal report dell’Osservatorio di Cso Italy emerge un incremento delle quantità di prodotto confezionato rispetto allo sfuso. La merce a peso imposto rappresenta ormai il 65% dei volumi.

Dall'analisi dei canali di vendita, si sottolinea l’ascesa della grande distribuzione, che assorbe il 79% dei volumi venduti (nel 2020 era il 77%). In termini assoluti si tratta di oltre 73mila tonnellate di fragole acquistate, di cui il 45% all'interno dei supermercati (42mila t), il 21% nei discount (poco meno di 20mila t), il 10% negli ipermercati e il 2% nelle superette. Sul fronte dei canali tradizionali, i fruttivendoli accentrano il 9% dei volumi così come i mercati ambulanti o rionali.

L'aumento dei prezzi, invece, interessa quasi tutti i canali: per gli ipermercati si parla del +7%, con un prezzo medio di 4,14 €/kg, per i supermercati l'incremento è stato del 6% (4,49 €/kg ); le superette hanno proposto cartellini nell’intorno dei 4,27 €/kg (+5%), mentre segnali di contrazione arrivano dai discount, scesi a 3,47€/kg, con una flessione di un punto percentuale. Infine, ambulanti e rionali hanno proposto prezzi medi pari a 4,23€/kg (+3%) mentre i fruttivendoli a 4,35€/kg (+10%).

In termini geografici, il 36% delle fragole è stato acquistato nel Nord Ovest, il 23% nel Nord Est, il 23% nel Centro + Sardegna e il 18% nel Sud + Sicilia. Classifica diversa se si considera l’indice di penetrazione nel 2021: l’84% delle famiglie del Nord Est ha acquistato almeno una volta fragole fresche, l’79% nel Nord Ovest, 74% nel Centro + Sardegna e 61% nel Sud + Sicilia.

Il rapporto Cso approfondisce anche l’andamento del prodotto biologico evidenziando un 2021 in crescita: i volumi hanno superato le 8mila tonnellate (+34%), corrispondenti all’8,6% del totale delle fragole vendute negli ultimi 12 mesi, a fronte di un incremento dei prezzi del 6%, per una battuta media di 4,60 €/kg.

<<Uno scenario interessante - conclude Daria Lodi di Cso Italy - reso tale anche dall'aumento di un punto percentuale dell’indice di penetrazione: nel 2021 il 12% delle famiglie italiane ha acquistato almeno una volta fragole biologiche. Nel 2016 si parlava del 9% del totale>>.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/02/07 10:51:10 GMT+2 ultima modifica 2022-02-07T10:51:10+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?