Indagini campionarie

Le periodiche indagini campionarie sulla struttura e sulle produzioni delle aziende agricole sono previste dalle normative europee finalizzate ad armonizzare le rilevazioni statistiche.
Dopo il censimento 2000 Istat ha svolto, in collaborazione con le Regioni, tre indagini biennali riferite agli anni 2003, 2005 e 2007. Successivamente al censimento 2010, la cadenza delle indagini è divenuta triennale.
In Emilia-Romagna le rilevazioni sono curate dalle singole Province, nell´ambito dell´accordo approvato con la delibera di Giunta regionale n. 232/2002.
Sia per l´unità di rilevazione (corrispondente all´azienda agricola), sia per le informazioni raccolte e per le definizioni dei dati, queste indagini sono simili ai censimenti decennali, dei cui risultati offrono un aggiornamento. A differenza dei censimenti, le loro caratteristiche sono:

  • relative non alla totalità delle aziende, ma soltanto a quelle che rientrano nel campo di osservazione comunitario;
  • polivalenti, in quanto rilevano, oltre ai dati strutturali, anche alcune informazioni di tipo congiunturale;
  • campionarie, cioè la significatività statistica sussiste solo con riferimento ad ambiti territoriali più ampi.

Oltre alle indagini sulle strutture aziendali, nei programmi statistici comunitari e nazionali rientrano altre indagini campionarie svolte da ISTAT in collaborazione con la Regione e le Province.
Tra queste, l´indagine quinquennale sulla struttura e sulle produzioni delle principali coltivazioni legnose agrarie.

Documenti

Link

A chi rivolgersi:

Servizio Programmazione e sviluppo locale integrato

Alice Davoli tel. 051 5274739

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/06/12 12:30:00 GMT+1 ultima modifica 2019-12-09T15:46:01+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?