Programma di sviluppo rurale 2014-2020

Sviluppo del territorio

La Regione con questo macro tema promuove uno sviluppo equilibrato del territorio attraverso interventi per migliorare la qualità della vita, garantire l’accesso ai servizi anche ricorrendo a soluzioni innovative, intensificare e qualificare le iniziative nelle aree a maggiore ruralità, aumentare la diffusione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT). Rientrano in questo macro tema le focus area P6A, P6B, P6C.

Cosa fa la Regione

La Regione promuove iniziative per uno sviluppo equilibrato del territorio attraverso 3 focus Area:

 

Lo sviluppo equilibrato dei territori rurali merita interventi dedicati, sia a regia regionale sia locale, per agire in modo mirato sulle fragilità di aree regionali in cui occorre rafforzare la tenuta economica e sociale. La diretta azione regionale per consolidare l’occupazione sosterrà nuove imprese extra-agricole, mentre per migliorare la qualità della vita della popolazione rurale si punta a investimenti nei servizi pubblici destinati ad attività culturali, a realizzare strutture per fornire servizi socio-assistenziali.

La riduzione del digital divide sull’intero territorio rappresenta per la Regione un elemento strategico di competitività: si interverrà per potenziare le infrastrutture di base, migliorare l’accessibilità all’ICT (information communication technology) e sostenere l’adeguamento tecnologico di scuole e biblioteche nelle aree più marginali.

L’approccio Leader sarà promosso dai partenariati pubblico-privati con un’attenta progettazione integrata e innovativa, evidenziando le potenzialità dei luoghi attraverso il protagonismo del partenariato locale. Si concentrerà l’azione nelle aree a maggior rischio d’impoverimento o degrado di risorse Risorse Sviluppo-territorioumane, economico-sociali e ambientali, dando risposte ai fabbisogni locali. Pur facendo parte della Focus area P6B, l'approccio Leader ha una sezione dedicata.

Risorse finanziarie a disposizione

Per lo sviluppo del territorio le risorse ammontano a 139,8 milioni di euro (11,7% del totale), di cui 66,4 milioni di euro saranno destinati agli interventi con approccio Leader.

Le aree rurali e appenniniche potranno contare, inoltre, su 51,5 milioni di euro destinati all’implementazione della banda larga e ultralarga (di cui 49,5 milioni per la fibra e la rete, e 2 milioni per la creazione di servizi).

Le risorse asaranno ripartite tra gli ambiti come riportato nel grafico: 49% Investimenti, 47% Leader, 2% Innovazione, 1% Aiuti, 1% Conoscenza.

A chi rivolgersi

Per informazioni specifiche relative ai “tipi di operazioni” si prega di utilizzare l’apposito link presente nelle schede di dettaglio di ciascun tipo di operazione

Per approfondire

Azioni sul documento
Pubblicato il 15/07/2015 — ultima modifica 18/04/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it