Fitosanitario e difesa delle produzioni

Dal 22 aprile due nuovi paesi accettano i certificati digitali e nuove modalità di accesso alla piattaforma TRACES-NT

Anche in Israele e in Norvegia si potranno esportare produzioni ortofrutticole con il certificato digitale TRACES-NT. E dall'11 giugno 2024 cambieranno le modalità di accesso alla piattaforma.

Dal 22 aprile aumentano da venti a ventidue i paesi terzi dove si potranno esportare produzioni ortofrutticole e altro materiale vegetale utilizzando i certificati digitali emessi dal Settore Fitosanitario tramite la piattaforma comunitaria TRACES-NT (IMSOC). Israele e Norvegia si aggiungono ad Argentina, Cile, Colombia, Costa Rica, Dipartimenti d' Oltremare Francesi (Isole di Guadalupa, Martinica, Guyana Francese, Réunion, Mayotte), Guatemala, Jamaica, Kenya, Marocco, Panama, Perù, Regno Unito, Sri Lanka, Sud Africa, Tunisia e USA.

Il sistema di certificazione digitale, attivo già dal 13 novembre scorso, è risultato vantaggioso e per questo la lista delle nazioni che accettano la certificazione fitosanitaria on-line si è ampliata ulteriormente.

La seconda importante novità riguarda le modalità di accesso alla piattaforma. A partire dall'11 giugno di quest'anno, l’accesso a TRACES-NT potrà avvenire solamente tramite "autentificazione a due fattori": la password inserita dall'utente e un ulteriore metodo di verifica, sempre a scelta dell'utente. Di seguito le istruzioni e il materiale informativo su come autenticarsi:

 

Per maggiori informazioni sull’utilizzo della piattaforma TRACES-NT visitare la pagina dedicata.

Azioni sul documento

ultima modifica 2024-05-17T12:18:37+02:00
Questa pagina ti è stata utile?

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?