mercoledì 12.12.2018
caricamento meteo
Sections

Produzioni agroalimentari

Deroghe ai disciplinari di produzione integrata

Eventuali deroghe posono essere concesse in occorrenza di condizioni meteorologiche o fitosanitarie particolarmente avverse

Le eventuali deroghe all'applicazione delle norme tecniche obbligatorie contenute nei disciplinari di produzione integrata sono concesse da:

  • servizio Fitosanitario regionale per le tecniche di difesa integrata e di controllo delle infestanti relative alle fasi di campo (adottando le specifiche modalità indicate nel capitolo Difesa fitosanitaria delle Norme Generali);
  • servizio Organizzazioni di mercato e sinergie di filiera per le altre tecniche colturali della fase di campo e per la fase postraccolta.

Le richieste devono essere formulate per iscritto (lettera o fax) dai soggetti attuatori (progetti di assistenza tecnica L.R. 28/98 e Reg. CE 1234/07) o dalle aziende interessate (L.R. 28/99 e Reg. CE 1698/05), o da loro delegati, precisando:

  • intestazione e l'ubicazione dell'azienda;
  • la coltura e la varietà per la quale si richiede la deroga;
  • la tecnica alla quale si intende derogare e quella che si propone di adottare in alternativa;
  • le motivazioni tecniche che giustificano la proposta alternativa.

Allo scopo di consentire l’espressione di un parere, e per consentire la esecuzione di eventuali sopralluoghi in azienda, si richiede di presentare con sufficiente anticipo la richiesta di deroga.

Per quanto riguarda le deroghe alle norme relative alle pratiche di fertilizzazione il servizio Organizzazioni di mercato e sinergie di filiera fornirà una risposta entro 10 giorni lavorativi successivi al ricevimento della richiesta.

L’Assessorato regionale provvederà a trasmettere copia della risposta alla richiesta di deroga al richiedente agli Enti territoriali competenti (nonché agli eventuali ulteriori organismi di controllo incaricati).

Qualora si verifichino particolari situazioni, tali da determinare per ampie zone la necessità di adottare pratiche agronomiche, di difesa e di diserbo diverse da quelle previste dalle norme tecniche degli allegati precedentemente richiamati, l’Assessorato regionale provvederà a darne comunicazione tramite i Bollettini provinciali dei servizi di sviluppo agricolo. In tali casi nei Bollettini saranno precisate le soluzioni alternative autorizzate e l'ambito territoriale nelle quali sarà possibile applicarli.

Azioni sul documento
Pubblicato il 21/05/2013 — ultima modifica 20/07/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it