Programma di sviluppo rurale 2014-2020

Due bandi per contrastare la cimice asiatica

2,6 milioni per le reti anti insetto e 1 milione per progetti innovativi di lotta alla diffusione del parassita.

La Regione sostiene le imprese agricole che intervengono a tutela del proprio potenziale produttivo attraverso il bando per il tipo di operazione 5.1.03 “Investimenti in azioni di prevenzione volte a ridurre le conseguenze derivanti da avversità biotiche”, con particolare riferimento alla prevenzione dei danni da infestazioni del fitofago Halyomorpha halys (c.d. “cimice asiatica”)

I termini per la presentazione delle domande vanno dal 20 dicembre 2019 al 7 febbraio 2020 avvalendosi della piattaforma SIAG.
La dotazione finanziaria è di oltre 2.6 milioni di euro per un sostegno pari all'80% del costo ammissibile dell'investimento.
Al fine di prevenire i danni da Halyomorpha halys sarà possibile acquistare e mettere in opera reti anti-insetto sia monofila o “monoblocco” o anche il solo completamento con chiusura laterale di impianti di copertura esistenti al momento della domanda di sostegno, posti a protezione di impianti fruttiferi.

Inoltre, sono finanziate spese tecniche generali, come onorari di professionisti o consulenti, in misura non superiore al 3% dell’importo ammissibile. 
Per maggiori informazioni consultare il bando.

Il secondo bando, per il tipo di operazione 16.1.01 "Gruppi operativi del partenariato europeo per la produttività e la sostenibilità dell'agricoltura", con una dotazione finanziaria pari a 1 milione di euro e scadenza il 30 marzo 2020, andrà a finanziare i piani di innovazione per il contenimento, la resilienza e la lotta alla diffusione della cimice. Possono partecipare i Goi - Gruppi operativi per l’innovazione - che potranno candidare progetti di sviluppo e collaudo di nuovi processi, prodotti, servizi, pratiche e tecnologie così come la loro sperimentazione e l’adattamento ai contesti geografici e ambientali. Il sostegno regionale può arrivare al 90% per progetti di costo compreso tra i 100 mila e i 350 mila euro.

Potranno essere finanziati interventi innovativi di difesa fitosanitaria, agricoltura sostenibile e lotta biologica, l’applicazione di dati tele rilevati per l'agricoltura di precisione, modellistica, sensoristica, sistemi di avvertimento e supporti decisionali, così come azioni rivolte alla difesa diretta, comprese le tecniche di cattura e di limitazione del potenziale biotico del fitofago nonché la valutazione economica delle tecniche, incluso il confronto tra le diverse strategie di contrasto.

Per maggiori informazioni consultare il bando

L'atto di approvazione dei bandi è la delibera di Giunta n. 2402 del 09 dicembre 2019 (pdf, 984.3 KB).

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/12/20 10:15:00 GMT+1 ultima modifica 2020-01-09T09:37:12+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?