Dop, Igp e produzioni di qualità

Minestra imbottita, Spoja lorda, mnëstra imbutida

Forlì-Cesena

Territorio di produzione

Territorio della Romagna.

Descrizione sintetica del prodotto

Farina e uova per la sfoglia. Il ripieno è costituito da ricotta o raviggiolo, parmigiano reggiano uova, sale. La cottura è prevista nel brodo.

Un po’ di storia

Spoja lorda (pasta ripiena)

Era una minestra che si faceva principalmente quando rimaneva del ripieno da cappelletti. Si impastava la farina con uova e sale per una sfoglia sottile. La spoja era “lordata” interamente dal ripieno.

Come si fa

Per questa specialità, tipicamente romagnola, preparate una normale sfoglia con farina e uova. Stendete l’impasto in 2 sfoglie uguali piuttosto sottili. Preparate un ripieno simile a quello dei cappelletti, mescolando insieme di ricotta freschissima, di parmigiano grattugiato, uovo e un pizzico di sale. Fate amalgamare bene i vari ingredienti, quindi stendete l’impasto su una delle due sfoglie. Ricoprite con l’altra la sfoglia e pressate leggermente in modo da far aderire bene le due superfici. Ritagliate la pasta in quadratini di circa 2 cm di lato e fateli cuocere in un buon brodo di carne. Servite la minestra appena pronta con abbondante parmigiano grattugiato.

Referenze bibliografiche

Contoli, Guida alla veritiera cucina romagnola, 1963 - Calderini Edizioni;

Manzoni, Così si mangiava in Romagna, 1977;

Walberti Edizioni; F. Martini, Romagna in bocca, 1977 Editrice “Il Vespro”;

Tonelli, A Tavola con il contadino romagnolo, 1986 -Grafiche Galeati Imola;

Molinari Pradelli, La Cucina della Romagna, 1998 - Newton & Compton editori s.r.l..

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/03/19 12:06:13 GMT+1 ultima modifica 2020-03-19T12:06:14+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?