Dop, Igp e produzioni di qualità

Pan di Spagna

Forlì-Cesena

Territorio di produzione

Provincia di Forlì-Cesena.

Descrizione sintetica del prodotto

Dolce a base di farina, uova, zucchero.

Un po’ di storia

Era il dolce che rallegrava con la sua presenza i lavori di trebbiatura, sostituendo a fine pasto la classica ciambella.

Come si fa

Si montano le uova con lo zucchero (a piacere, se ne può sostituire una parte con il miele) fino a raddoppiarne il volume. Si versa poi a pioggia la farina setacciata, mescolando con delicatezza. Il composto si sistema in una tortiera imburrata e si manda a cuocere in forno a 180° C per circa 20 minuti senza mai aprire lo sportello.

Curiosità

"O Frencia, o Spagna…Purchè se magna!" Vittorio Tonelli, A Tavola con il contadino romagnolo.

Referenze bibliografiche

Pellegrino Artusi, La Scienza in cucina e l’Arte di mangiar bene, introduzione e note di Piero Camporesi, Torino, Einaudi, 1995;

Vittorio Tonelli, A Tavola con il contadino romagnolo, 1986 Grafiche Galeati;

Liliana Babbi Cappelletti, Civiltà della tavola contadina in Romagna, 1993 Idealibri s.r.l.

Milano;

Giovanni Manzoni, Così si mangiava in Romagna, 1977 Walberti Edizioni.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/02/18 15:52:22 GMT+1 ultima modifica 2020-02-18T15:52:22+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?